CAPUA (Ce) – (di Nunzio De Pinto) Nei giorni scorsi, a Capua, nel corso di una sentita manifestazione promossa dai comitati contro inceneritore dell’agro caleno, è stata consegnata al dottor Antonio Marfella (nella foto insieme ad Agnese Ginocchio. Autore foto: Andrea Pioltini fotoreporter) , oncologo napoletano impegnato in prima linea contro le discariche, la “Croce Missionaria della Pace ” istituita dalla testimonial per la Pace, Agnese Ginocchio. “Questa Croce” – ha spiegato Agnese al dott. Antonio Marfella nel corso della premiazione – “viene donata a pochissime persone (fra queste si segnala proprio il missionario comboniano Alex Zanotelli, il vescovo di Caserta Mons. Raffaele Nogaro, etc.), che in vita si sono sapute distinguere in merito all’impegno (inteso come missione) per la salvaguardia della vita, della Pace e dell’Ambiente

. “Questa giornata” – ha sottolineato il dottor Marfella all’inizio del suo intervento a Capua – “in cui ricorre proprio la festività della Domenica delle Palme, è una giornata dedicata particolarmente alla Pace”. L’ accento alla Pace, all’inizio del suo intervento é stato molto gradito dalla testimonial della Pace Agnese Ginocchio. A maggior ragione la consegna di questa piccola e grande “Croce Missionaria della Pace” al dott. Marfella, sulla quale sono dipinti i colori arcobaleno universali della Pace, immagine della convivialità delle differenze, del servizio e della missione nel mondo, ne ha rafforzato il significato e ancora una volta ha confermato l’intuito della rappresentante del movimento per la Pace, quella cioè di volerla destinare ad una persona che con la testimonianza della propria vita, ha saputo mettere in pratica il significato della fede di servizio e dell’ impegno per la Pace. Ideatore e autore di questa Croce missionaria: “Giuseppe Marinelli capo sommozzatore dei Vigili del fuoco del comando provinciale di Ancona.
(Articolo a cura del giornalista Nunzio De Pinto)* (Foto autore: Andrea Pioltini fotoreporter. Cliccare su ogni singola foto per ingrandire immagine)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

About these ads