Raviscanina(Ce)- (di Quinzio De Sisto e red cronaca Alto Casertano-Matesino & d)In seguito all’ articolo del  giornalista Quinzio De Sisto, correlato di foto e video di denuncia, realizzati dal fotoreporter Andrea Pioltini e pubblicati sul portale d’ informazione matesino: “Alto Casertano-Matesino & d (vedi quì)ed inoltre su gran parte dei portali d’informazione della provincia (a cui va un sentito ringraziamento), la settimana scorsa la redazione del nostro portale si é recata sul luogo della discarica Le Vaglie in Raviscanina, per verificare se, a tre mesi di distanza dalla prima denuncia lanciata, fosse cambiato qualsosa. Purtroppo nulla di nulla, solo un cartello sul quale si leggeva: “Divieto di abbandono di rifiuti“. In compenso abbiamo scoperto altre discariche abusive sempre nel comune di Raviscanina. Insomma un vero e proprio disastro ecologico che si sta consumando ai piedi del Parco Regionale del Matese, un territorio che dovrebbe essere tutelato e salvaguardato ad ogni costo proprio perché in questa zona si pratica l’agricoltura e sorgono importantissime falde acquifere che vanno ad alimentare tutti i comuni del comprensorio matesino-provinciale. Dopo qualche giorno dal nostro arrivo, in seguito all’ennesimo articolo di denuncia con tanto di aggiornamenti e foto, sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Ailano che, increduli allo scenario che si é presentato ai loro occhi, non hanno potuto che constatare il grave disastro ambientale perpetrato nel cuore del Parco del Matese e disporre così l ‘immediato sequestro del sito interessato dalla mega-discarica abusiva  inquinante. Nella mattinata di martedi 16 Dicembre, dopo il gran polverone sollevato, sono arrivate finalmente anche le telecamere di Mediaset per documentare in diretta lo scempio che da mesi si sta consumando nel cuore verde del Parco del Matese. La cosa diventa ancora più grave se si va a considerare il disinteresse da parte delle istituzioni del posto ad adottare delle soluzioni decisive per porre fine al disastro ecologico e chissà quanto tempo ancora si dovrà aspettare perché si possa arrivare ad una risoluzione del problema.

 Meno male che però che non tutti i mali vengono per nuocere e che,  come si diceva, é accorsa sul posto la Troupe di Mediaset del programma di A. Ricci “Striscia la Notizia” (riprese di Benedetto Ranavolo e Lino Addezio, nella foto di gruppo n° 3) capitanata da Luca Abete.  Sotto una pioggia battente la Troupe di Striscia ha immortalato l’ oggetto del misfatto, lo scandalo del Matese, alias il Mostro della discarica, o meglio delle discariche abusive,  dove si é trovato di tutto e di più, dai rifiuti nocivi a quelli ingombranti, da quelli pericolosi, gommoni dismessi di camion e dulcis in fundo anche amianto…Insomma un vero e proprio scempio ambientale. Ad esprimere la propria indignazione ai microfoni del reporter di Striscia Luca Abete, la Testimonial della Pace Agnese Ginocchio, nota cantautrice  d’ impegno sociale, che ricordiamo, é impegnata in primo piano nella lotta allo scempio dei rifiuti e per la difesa dell’ ambiente. Insieme a Ginocchio il noto giornalista ambientalista Quinzio De Sisto di Raviscanina(foto 2 e 4) . Fu il De Sisto a lanciare per primo l’allarme ambientale della discarica abusiva segnalando dettagliatamente quanto stava accadendo nella sua terra. Un sentito ringraziamento al giovane rupecanino Daniele De Balsi presente alle riprese, che ha dato un valido aiuto per il supporto tecnico. Speriamo che la denuncia del bravissimo Luca Abete di Striscia dia dei risultati importantissimi e che quanto prima il disastro ecologico nel cuore del Parco Regionale del Matese possa essere scongiurato con l’avvio di una seria ed immediata bonifica dell’ intero territorio. La troupe di Striscia dopo aver documentato la discarica si é recata  presso la sede del Comune di Raviscanina per tentare di intervistare il primo cittadino ( vedi foto 5 a dx) , il sindaco Ermanno Masiello. Purtroppo il sindaco era assente, in compenso é stato raggiunto ed intervistato  telefonicamente ai microfoni di Luca Abete. Insomma staremo a vedere come andrà a finire la storia….Per ora continua lo slogan ambientalista: “FERMATE il MOSTRO“…. Vedi articolo e foto discarica(cliccare quì)  (Articolo a cura del giornalista Quinzio De Sisto e di red. cronaca “Alto Casertano-Matesino & d”)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

About these ads