Domenica scorsa l’on. Zinzi (nella foto a dx) è stato a Pastorano alla Esogest a manifestare, nell’evidenza del suo gesto, la sua solidarietà verso un progetto che è un autentico scempio per l’agricoltura e l’ambiente.

Ma cos’è la ESOGEST?

E’ un’industria che nasce per costruire pannelli fotovoltaici e si trasforma, per un miracolo amministrativo di politici e colletti bianchi – sostiene l’ing. Vozza – in un’industria insalubre di prima classe, destinata a trattare migliaia di tonnellate di rifiuti speciali ogni anno. Ma la lotta della popolazione dell’agro caleno, degli agricoltori, degli allevatori e delle associazioni ambientaliste è riuscita a scongiurare un ulteriore danno all’ambiente e all’economia agricola di Terra di Lavoro, in una località, dove vi sono le più importanti aziende bufaline e di produzione della mela annurca campana, entrambe protette da marchi dell’Unione Europea. Zinzi dimostra ancora una volta nessuna coerenza, ma invece tanto cinismo e opportunismo. Appena pochi giorni fa, infatti, (ricordate?) all’incontro con la Confagricoltura di Caserta si era solennemente impegnato a sostenere l’agroalimentare di Terra di Lavoro. Come si concilia il sostegno alla Esogest, cui il Consiglio di Stato ha archiviato lo scempio? La domanda é: ma con chi sta veramente Zinzi? Ma dalla sua parte! Ovvio! Come sempre. Questa classe politica, squalificata perché non credibile, nociva perché incompetente, dannosa perché miope, deve andare a casa! Occorre urgentemente ripensare al territorio e alle sue risorse – continua Vozza – in modo completamente diverso. La gente ha ormai capito che non si può mescolare tutto: rifiuti speciali con l’agroalimentare; inceneritori con i foraggi; la Cementir con il policlinico; rifiuti industriali con il turismo: come vorrebbe fare Zinzi. Occorre decidere. Occorre capire che l’agricoltura non è il passato e i servizi la modernità. Il territorio casertano è pieno di capannoni vuoti! L’agroalimentare casertano, fra i primi in Italia, ha, invece, tutte le caratteristiche per assicurare sviluppo, tecnologie, ricerca avanzata e occupazione qualificata.

Speranza Provinciale – dichiara il candidato presidente ing. VOZZA – pone al primo posto del suo programma la salvaguardia ambientale, le attività agricolo – zootecniche e la manutenzione del territorio come gli assi attorno ai quali far sviluppare la filiera industriale e la nuova occupazione”. (Comunicato da ufficio stampa Paolo Russo)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

About these ads