Baia Domizia(Ce)-(di Ludovica Ambroselli)  Una folla di simpatizzanti ha accolto, mercoledi 17 marzo, il candidato alla Presidenza della Provincia per la coalizione di centrodestra, l’ On. Domenico Zinzi, a Baia Domizia. Nel suo intenso tour elettorale, Zinzi non poteva mancare di fare tappa da Gaetano Cerrito, presidente dell’associazione “Amici dell’Altra Italia” e suo amico da sempre. A prendere la parola per primo è stato Cerrito che ha definito l’onorevole, “l’uomo giusto al posto giusto”; ho fatto una scelta, ha dichiarato Cerrito, al di sopra delle ideologie e dei colori di partito, per un uomo pragmatico e produttivo; Zinzi rappresenta una speranza vera e viva per questa terra, dopo anni di sofferenza e umiliazioni”. Naturalmente, il noto anchorman ha chiesto al candidato un impegno costante e definitivo, che porti Baia Domizia e il litorale, ad una svolta definitiva, un decollo da troppo tempo atteso e dovuto: Ripristinare la normalità in un territorio molto spesso penalizzato. “ Zinzi nella sua introduzione ha reso omaggio a Cerrito, quale personaggio storico e punto di tempo di riferimento di tante battaglie – impegnandosi nel sostenere il “Progetto Turismo”, altra creatura di Cerrito. Zinzi, poi, ha parlato del programma, ribadendo la centralità del tema della sicurezza: “La sicurezza è un’assoluta priorità per questa terra ed è un tema che investe moltissimi aspetti della vita dei cittadini. Il cosiddetto “Modello Caserta” va arricchito sotto alcuni profili. Al fianco della lotta serrata alla criminalità – ha aggiunto Zinzi – vanno create opportunità di carattere sociale, che favoriscano lo sviluppo, la crescita e l’occupazione. In ogni caso, il nostro è un programma aperto e siamo pronti a recepire i suggerimenti dei cittadini. La Provincia di Caserta ha voglia di riscattarsi, vuole lasciarsi alle spalle dieci anni di disastri provocati dalla sinistra. Per il litorale domizio: il risanamento ambientale, a partire dalla depurazione delle acque, è un obiettivo importante; destagionalizzare l’offerta turistica con il turismo congressuale; realizzare finalmente l’aeroporto di Grazzanise. Per rendere possibili queste cose bisogna rimboccarsi le maniche e invertire la rotta: rilanciare il territorio significa renderlo più competitivo. Sedersi intorno al tavolo di concertazione per affrontare seriamente e con competenza le varie problematiche. In ogni caso, dal 30 marzo in poi – ha concluso Zinzi – vincitori e vinti dovranno lavorare insieme, attraverso il dialogo e il confronto, se si vogliono creare le condizioni per rilanciare il territorio. Al termine del suo intervento, l’On. Zinzi, ha salutato i candidati consiglieri del centro destra dei collegi Carinola-Cellole e Sessa Aurunca: Martucci, Barretta, Picascia, Verrengia, Zannini; e tutti i presenti dagli imprenditori, ai professionisti, ai piccoli proprietari.(articolo a cura di Ludovica Ambroselli)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

About these ads