Premiati tra gli altri l’allenatore del Napoli, Mazzarri, il cantautore Gigi Finizio, il generale Bianco, vertice della Protezione Civile Campania e Liliana De Curtis, figlia del grande Totò

Baia Domizia(CE)- La rivista Il Den, nel luglio del 2008, titolava: “Gaetano Cerrito, un Italiano Vero”; sulla stessa falsariga Il Corriere del Mezziogiorno con: “Cerrito, il Simon Bolivar, il patriota della Riviera Casertana”, come anche “Il Bossi del Sud”, senza contare gli innumerevoli attestati di stima, piovuti un po’ da tutte le parti, dal mondo politico-istituzionale, a quello dello spettacolo, dalla cultura al giornalismo, nonché svariati premi conseguiti in più circostanze al Palazzo dei Congressi di Roma, al Teatro Politeama di Napoli, ma anche a Caserta, Formia e Cellole (suo paese natale, di cui nel 2006 ha ricevuto le chiavi della città). Ed ora, direttamente dal capoluogo campano, arriva un nuovo prestigioso riconoscimento: Stiamo parlando del “Premio la Terza Napoli – La Città che Eccelle”, giunto ormai alla sua III edizione, istituito dall’Associazione l’Emicilio e patrocinato dal Comune di Napoli. Tra i premiati di quest’anno – che insieme a Gaetano Cerrito riceveranno l’onorificenza il 5 maggio p.v., alle ore 17, presso la Sala Gemito della Galleria Principe di Napoli – figurano anche l’allenatore del Calcio Napoli, Walter Mazzarri, il cantautore Gigi Finizio, il generale Franco Bianco, vertice della Protezione Civile Campania e la N.D. Liliana De Curtis, ambasciatrice in Italia e nel mondo del suo grande padre, Totò. Cerrito: un identikit – quello tracciato dalla rosa dei giurati che ha avuto il compito di selezionare i candidati di quest’anno – che sembra trovare riscontro, tra gli altri, proprio nella sua parabola umana e professionale. Valente uomo di spettacolo (da sempre precursore dei tempi), ma anche e forse soprattutto uomo del sociale, che negli anni si è fatto promotore di tutta una serie di lotte per il recupero, la salvaguardia e la valorizzazione di quanto di bello e di buono il nostro Sud ha da offrire, a partire dalla Riviera Casertana e dalla sua amata Baia Domizia. Inizia giovanissimo con la creazione del “Vittoria Club”, struttura che, nel giro di poco tempo, diventa un polo di grande richiamo per tutto ciò che fa spettacolo, tanto da essere definito dalla stampa nazionale “la Bussola del Sud”. Diventa poi l’organizzatore degli “Incontri Internazionali del cinema e dello spettacolo – Premio Baia Domizia”, patrocinati dal Ministero Turismo e Spettacolo e ripresi dalle reti RAI, facendo arrivare a Baia Domizia centinaia di nomi di fama nazionale ed internazionale; uomini e donne di spettacolo accorrono al suo richiamo, tanto che i media lo definiscono “il Sergio Bernardini del Sud”. Oggi Gaetano Cerrito è ideatore e conduttore di una bella e affermata trasmissione televisiva “L’Altra Italia”, che continua a ottenere brillanti risultati di critica e di pubblico; è, inoltre, artefice indiscusso del premio “L’Altra Italia” – di cui è in preparazione la VII edizione – che “onora donne e uomini d’Italia che onorano l’Italia”.(Comunicato da redaz. L’Altra Italia)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

About these ads