Piedimonte Matese(Ce)- Organizzavano finte infrazioni. Organizzavano finte infrazioni con autovelox per decurtare punti dalle patenti. E’ stata scoperta dalla Guardia di finanza di Piedimonte Matese, a, una vera e propria organizzazione per delinquere finalizzata alla truffa, peculato, abuso d’ufficio e falso ideologico commesso da pubblico ufficiale: 215 persone indagate. Due agenti della polizia municipale sono stati invece arrestati, mentre 8 denunciati. L’ indagine ha coinvolto anche il titolare degli autovelox installati nel comune matesino della provincia di Caserta al quale è stato vietato di rimettere piede in Campania. In pratica, le indagini hanno portato alla scoperta di un meccanismo di contrattazione dei punti sulla patente che venivano decurtati a seconda della violazione. Gli agenti eliminavano alcune foto scattate dalle macchinette autovelox che ritraevano automobilisti trasgressori delle norme e ne sceglievano altre. L’infrazione, poi, veniva concordata a tavolino con la decurtazione minore di punti. Tra i 215 indagati ci sono, infatti, gli automobilisti compiacenti ma anche i sindaci e gli ex sindaci dei Comuni della provincia di Caserta che hanno stipulato il contatto con le società coinvolte nell’inchiesta. L’indagine ha evidenziato un sistema “creato dai Comuni e dalle società che, in violazione di legge, rappresentava un modo di facile, ingiusto e rilevante profitto”. Le operazioni sono state coordinate dalla procura di Santa Maria Capua Vetere.(Fonte: TGcom)

Leggi articolo aggiornato: Piedimonte Matese(Ce)- Scandalo Pizzo su punti patente, scarcerato ex comandante Giuseppe Esposito

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

About these ads