L’ex Sindaco “Francesco di Pasquale “aderisce al Manifesto promosso dal “Movimento per la Pace e la Salvaguardia del Creato” dal titolo: “Salviamo il Matese dalla devastazione” e invita i cittadini del Matese a mobilitarsi contro l’ inquinamento

CANCELLO ED ARNONE(Ce)- FRANCESCO DI PASQUALE: MI PIACE LA NATURA. L’uomo creato dal Creatore come tutte le cose fu messo al mondo dopo che ci fu la Creazione e la vita adatta, per avere l’ambiente giusto di vita, come tutte le altre creature o esseri viventi di ogni regno. Fu scelto per godere questo incanto, questo Paradiso; si perchè in fondo all’ inizio era il PARADISO, per assoggettare tutte le altre creature, per servirsi di tutto quello che gli serviva, ma di rispettare il Creato. In fondo l’uomo era di passaggio ed altri dovevano venire.
Ci vorrebbe una grande riflessione sull’essere-uomo, creato da DIO, che viene messo in un posto indescrivibile ed immenso, per essere dominatore, non padrone, ma contemporaneamente gli si chiede il rispetto della natura. Questo dovrebbe fare riflettere e cambiare modo di pensare e fare, in tutto e per tutto.
L’UOMO NON DOVEVA PERO’ DISTRUGGERE QUELLO CHE SERVIVA A LUI E ALL’ UMANITA’.
Invece è quello che sta facendo, pochi, perché sono la minoranza, come quella stessa minoranza che si prende la roba degli altri, quella di tutti, che è stata creata e difesa poi per tutti e per l’umanità tutta.
Gli animali, anche le belve si accontentano di quello che serve, senza toccare quello che non gli serve, anzi fanno riserva e non gettano nulla, in quanto gli può servire poi.
A differenza di quanti sono capaci di distruggere, per esempio, una foresta per tagliare un albero, oppure uccidere un animale, una persona, prendersi un mq di terreno per specularci. Appunto incendi boschi e foreste, distruzione montagne e colline.
Cosi: comuni, Enti Pubblici, tutto quello che è di tutti, della storia dell’umanità.
Insomma si accontentando di distruggere passato, presente e avvenire, per gusto di farlo, in quanto non gli serve, per gelosia e cattiveria- in quanto non capiscono le bellezze della natura, ma soprattutto per affari, perché vuoti di dentro, vuoti di Valori.
Sono nato nella natura, in un momento di natura – quando tutto era ancora bello ed incontaminato.
Ho continuato a vivere questo stato soave.
Quando poi, il fiume Volturno, che bello, e tutti ci vivevano in questo fiume, dalla lavandaie, ai pescatori, ai lavoratori della terra; ed era anche come se si andasse quasi a villeggiare in questo posto bello, e venivano anche da lontano. Ed io che andavo a studiare e divertirmi, poi con i giovani della Società Sportiva Fiamma e poi ancora della stessa squadra ad allenarci. Ma quanti ricordi belli, tra cui “Ricordi di natura”, una mia poesia scritta dopo tanti anni.
Mi piace tutto l’incanto della natura
I ricordi delle piante, gli uccelli, i frutti della terra e quelli selvatici, la gente e gli animali come la natura.
Mi piace tutto il verde.
Roccamonfina, bellezza e gioia.
Il Matese: Miralago, Bocca della Selva- quando ci sono andato, questo è il Paradiso.
E allora difendere questo tesoro creato, difeso e sistemato, da quelli che non capiscono l’amore, l’armonia, la gioia della natura che si apre a noi.
CAROVANA O CATENA UMANA PER I PAESI DEL MATESE, PER ARRIVARE, ESEMPIO, MIRALAGO -BOCCA DELLA SELVA.
Sensibilizzando tutti, a tutti i livelli. Solo così si può iniziare un rapporto di amore con la natura, che è gioia di vivere, vita.
Difendere il territorio, la vita, la gente, il passato, presente e futuro, il sole, l’aria che respiriamo, l’acqua che beviamo, l’ossigeno degli alberi. Si perchè di questo passo il futuro non so se ci sarà.
Per essere uomini liberi e coraggiosi, esseri spirituali, cittadini dei nostri territori di vita e non di morte.
“PER ESSERE QUALCOSA DI QUELLI UOMINI CREATI E DI QUELLI UOMINI CHE HANNO FATTO LA STORIA DELLA CIVILTA’ E DELL’AMORE”.
PER NON ESSERE NULLA E ANDARE NEL NULLA, SENZA AVERE FATTO NIENTE.
PEGGIO, PER NON ESSERE COME QUELLI, CHE, VUOTI DENTRO, SONO CONTRO LA NATURA.

Adesione al Manifesto promosso dal Movimento per la Pace e la Salvaguardia del Creato: “Salviamo il Matese dalla devastazione”. “Custodire il Creato per coltivare la Pace” di:“Francesco DI PASQUALE”,e x Sindaco di Cancello ed Arnone(CE). Recordman petizioni  al parlamento europeo e Italiano

-Leggi articolo correlato: Matese(Ce)- Invito ad aderire al Manifesto: “Salviamo il Matese dalla devastazione”. “Custodire il Creato per coltivare la Pace”

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

About these ads