Castel Volturno(Ce) – Nel pomeriggio del 18 Settembre, con inizio alle ore 17:00  si é celebrata  la commemorazione dei sei martiri ghanesi dell’ eccidio denominato “strage di San Gennaro”(leggi quì la storia), che si consumò tre anni fa proprio alla vigilia della festa di San Gennaro, (di lì la denominazione strage di San Gennaro). Tre anni fa morirono sei ragazzi innocenti ghanesi uccisi dalla mano del clan camorristico guidato dal boss Giuseppe Setola, con Alessandro Cirillo, Davide Granato e Giovanni Letizia. Tutti sono finiti all’ergastolo con l’aggravante dell’odio razziale e quello della finalità terroristica. Una preghiera ecumenica con rito cattolico e col rito musulmano é stata innalzata dai padri comboniani di Castel Volturno Antonio Bonato e Alex Zanotelli e dall’ Imam di Castel Volturno Kamal Nakorei durante la commemorazione dei sei martiri africani. Ricordiamo i nomi delle sei innocenti vittime dell’eccidio: Kwame Antwi Julius Francis, Affun Yeboa Eric, Christopher Adams, El Hadji Ababa e Samuel Kwako; Jeemes Alex. Nei pressi della sartoria “ob ob exotic”, al chilometro 43 della domiziana, rappresentanti di associazioni di volontariato della provincia, del Forum antirazzista campano, del centro sociale ex canapificio con la rappresentante Mimma D’Amico, di Libera Caserta (ass contro le mafie ), dei padri sacramentini, del Centro Fernandez con il presidente Antonio Casale,  dell’ ass. Jerry Masslo con il presidente Renato Natale, della  Confcommercio, di alcuni partiti fra cui il SEL con il rappresentante Ciro Scocca, hanno deposto un fiore in ricordo delle sei vittime innocenti. Alla manifestazione é venuta a portare anche il suo breve saluto anche la giornalista  Rosaria Capacchione. “Dobbiamo avere il vizio della memoria per non dimenticare mai quello che è accaduto” ha poi ricordato il padre comboniano, Alex Zanotelli presente alla commemorazione dei sei africani. “I sei ghanesi uccisi sono state solo delle vittime innocenti e non complici o alleati della camorra come invece nel film “La bas'” é stato fatto credere- ha ribadito Mimma D’Amico, del Centro sociale ex Canapificio- Gli immigrati africani a Castel Volturno lavorano nei campi,  per circa 20 euro e per oltre 12 ore di lavoro al giorno. Lavorano nell’edilizia, ma anche nel terziario, nel settore dei trasporti. A Castel Volturno i cittadini entrano in contatto con loro solo quando gli serve manovalanza.  Poi, più nulla. Massimo sfruttamento, minima paga. Zero integrazione, nessuna stretta di mano. Subiscono gli effetti di una legge razziale che non riconosce gli stessi diritti e parità allo straniero, ma lo esclude. E così capita anche che raccontano i loro problemi e non vengono creduti…”.  Le due “Bandiere della Pace” e della “Nonviolenza”  da come si evidenzia nella foto e nei video, sono state poste da Agnese Ginocchio, del “Movimento per la Pace” della provincia,  proprio sul luogo della strage davanti al negozio di sartoria “ob ob exotic”, la cui sarracinesca dal giorno della strage é rimasta chiusa per sempre. “Questo gesto- ha spiegato- é stato posto in segno di Pace e di riconciliazione, in solidarietà con i fratelli africani, come impegno nel costruire giorno per giorno mediante azioni di sensibilizzazione e di mobilitazione, di riconoscimento dei diritti, di rispetto e di convivenza civile, una civiltà di Pace mediante l’azione nonviolenta che contrasta la violenza, l’arroganza della camorra e l’indifferenza di massa della società civile che fortemente condizionata dalle leggi razziste approvate dall’attuale governo, nutre ancora tantissima diffidenza, chiusura e paura nei confronti degli stranieri che altro non sono che il nostro prossimo”. Presente il gonfalone della città di Casal Di Principe. “Da evidenziare- ha ancora ricordato padre Zanotelli- la gravissima assenza dei sindaci dei comuni confinanti con Castel Volturno, indibbio segnale di non rispetto e di mancanza di memoria per una delle stragi più violente che si consumarono nella nostra terra. Chi non fa memoria non é degno di essere definito uomo e neanche politico”.(da redazione prov.)

-Vedi il Reportage fotografico della Manifestazione(di Andrea Pioltini)

VEDI VIDEO-Terzo anniversario strage ghanesi Castel Volturno – 18 settembre 2011 http://www.youtube.com/watch?v=2F5zjI9Me6I&feature=channel_video_title

Servizio andato in onda al  TG3 Campania del 19 Settembre2011 http://www.rai.it/dl/tgr/regioni/PublishingBlock-d2203e2e-1690-4898-839d-f712cdab8eb1.html

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

 

 

 

About these ads