Le quattro candele, bruciando, si consumavano lentamente. Il luogo era talmente silenzioso, che si poteva ascoltare la loro conversazione. (altro…)

MESSAGGIO PER NATALE, di FRANCESCO DI PASQUALE.

GESU’ E’ NATALE!
Questo non è il nostro Natale, ma quello di GESU’, messo a disposizione per noi. Perciò deve essere/è il nostro Natale.

Entriamo in clima natalizio, per ricordarci e vivere nel cuore ed insieme a tutti i cuori del mondo questo evento universale di AMORE DIVINO, perché dall’infinito Universo scende una Stella, la più brillante, che illumina il mondo: GESU’ IL SALVATORE, dandoci la speranza che era perduta, ma che era stata promessa da DIO, seppur dopo quel peccato originale. Continua a leggere

 Silla di Gaggio Montano(Bo)- Stava uscendo in passeggiata Paolo M, un signore settantenne che, come al solito, portava il suo cane meticcio a fare un giro, a far la pipì. Pochi passi e probabilmente a causa di un malore  l’uomo si accascia in strada, muore; una morte assolutamente inattesa, sia per l’anziano sia per il cane, che però non si dà per vinto e inizia a mordere le gambe del padrone a più non posso, tanto che le lievi ferite provocate vengono notate immediatamente dai Carabinieri giunti sul posto, ben due giorni dopo. Con quei morsi il cane ha tentato di rianimare il suo povero padrone, per cui non c’era però più niente da fare. L’intervento “tardivo” dei Carabinieri è assolutamente privo di colpe, in quanto avvisati dalla figlia di Paolo M, appunto solo dopo 48 ore, quando, anch’essa, non avendo più notizie del padre si era recata a controllare la situazione. Continua a leggere

CASERTA - (di Salvatore Candalino) Si terrà martedì 4 novembre alle ore 17.30, nel Chiostro di Sant’Agostino, la presentazione del libro di Alfonso LombardiLa strada di casa”Vozza Editore. Nel sito della casa editrice www.vozzaeditore.it , aggiornato nella pagina “eventi 2008″, si può trovare notizia della presentazione. “La strada di casa, pg 148 – formato 16 x 24 – ISBN 978-88888-48-16-7, € 10,00. È un racconto autobiografico che si snoda sul fio dei ricordi. È un racconto che è stato costruito gradualmente nel rapporto con i nipoti, suscitando sempre maggiore curiosità, al punto che il narratore alla fine si è convinto di tradurre per iscritto ciò che non poteva più rimanere solo come oralità. L’autore in modo semplice ed appassionato ci parla di immagini, di scenari, di guerra, di azioni, di fatti, di amore, di famiglia. È la piccola storia di un uomo che è uguale a quella di tanti uomini, che hanno partecipato ad eventi importantissimi non solo per sé e la propria famiglia ma per l’intera nazione. Continua a leggere

Amedeo Brunelli

L' Arcobaleno

AMEDEO…Come il Sole e come l’ARCOBALENO….”

Alife(Ce)-  “Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile  incontrare QUALCUNO al quale TU possa andare bene così come sei. Quindi: VIVI come ti dice il CUORE…fai tutto ciò che senti di BUONO… Una vita è un’opera di teatro senza prove generali! Quindi: canta, ridi, balla, vivi intensamente ogni momento della tua VITA prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi! Charlie Chaplin disse che: “Ci vuole un MINUTO per notare una persona  SPECIALE, un’ORA per apprezzarla, un GIORNO per volerle BENE, ma poi tutta una VITA per DIMENTICARLA”.” Questa frase é dedicata ad “Amedeo BRUNELLI” Persona speciale che non si dimenticherà MAI. Oggi, 18 Agosto 2008 ricorre il suo secondo anniversario della dipartita al cielo. Questa frase é un piccolo messaggio per far sapere che chi ha conosciuto, incontrato un grande come “Amedeo Brunelli” su questa terra, non si dimenticherai MAI di lui. Continua a leggere

Intervento del vescovo di Caserta Raffaele Nogaro (nella foto, autore Andrea Pioltini fotoreporter) sulla presenza della Camorra nel Casertano e in Campania.

CASERTA – (Di Raffaele Nogaro Vescovo) La camorra, in Campania, impedisce le riforme strutturali, indispensabili per organizzare la speranza del futuro. Procura le dimissioni di ogni imprenditoria intelligente e produttiva.Una politica che crei progetti, stabilisca obiettivi, dia la spinta alla soluzione dei problemi è impensabile. E le dirigenze di ogni tipo confondono facilmente il bene comune con l’interesse privato. Il degrado, il sottosviluppo e la disoccupazione fanno sì che l’emigrazione dei giovani volenterosi sia enorme Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 199 follower