Dal Friuli Venezia Giulia latte tossico in tutta Italia: arrestato il colpevole del reato con i suoi complici

 (Fonte:  UdineToday) Il latte sarebbe stato contaminato con aflatossine, un fungo cancerogeno con effetti negativi sulla crescita dei bambini, e messo consapevolmente in commercio“

UDINE – Associazione per delinquere finalizzata alla frode in commercio, adulterazione di sostanze alimentari e commercio di sostanze alimentari pericolose per la salute. Con queste accuse, è stato (altro…)

Associazione per delinquere e reati ambientali: blitz del Noe con 38 persone sotto inchiesta e 14 arresti.

NAPOLI - Associazione per delinqueretruffa e reati ambientali: con queste accuse sono stati arrestati Marta Di Gennaro, ex vice di Guido Bertolaso alla Protezione Civile e il prefetto Corrado Catenacci, ex commissario ai rifiuti della Regione Campania, nell’ambito di Continua a leggere

Mignano Montelungo(Ce)- E’ stato arrestato finalmente arrestato Giuseppe Setola, esponente di spicco del clan dei Casalesi, che due giorni fa era sfuggito alla cattura scappando attraverso le fogne. Carabinieri e polizia lo hanno preso nell’alto casertano, a Mignano Montelungo, ai confini tra la provincia di Caserta e di Frosinone.  Quando lo hanno catturato, il boss si trovava in una casa diroccata. Stava per andare in una clinica privata lì vicino a farsi curare il braccio, ferito durante la rocambolesca fuga di lunedì scorso. Appena ha visto le forze dell’ordine, Setola ha tentato di scappare attraverso i tetti, ma lo hanno bloccato. Sono stati arrestati anche i suoi compagni di latitanza, tre o quattro uomini, probabilmente guardaspalle. Nella casa hanno sequestrato anche delle armi, tra cui un kalashikov, munizioni e molto denaro. Setola, 38 anni, era fra i trenta latitanti “di massima pericolosità”. Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- (da red. cron Matese AC-M&d) )Tre pluripregiudicati di Arzano, nel napoletano, sono stati arrestati in flagranza dai carabinieri della compagnia di Piedimonte Matese al comandod el capitano Salvatore Vitiello (nella foto) mentre svaligiavano una villetta su tre livelli nella periferia della cittadina casertana di Piedimonte Matese. La banda era specializzata in questo tipo di rapine, come indicano anche gli ‘arnesi’ sequestrati durante l’arresto: fiamma ossidrica, trapani, furgoni per portare la refurtiva ed altro; il ‘colpo’ prevedeva il furto non solo di preziosi, ma anche di mobili e, in caso, casseforti. I tre hanno precedenti per associazione a delinquere, oltre che per reati contro il patrimonio o la persona. Secondo gli investigatori, Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 202 follower