Vairano Patenora(Ce)- (da red cronac) Un’altra rapina in casa, un’altra vittima, la quarta solo nel mese di agosto. Un uomo di 50 anni, Bartolomeo Casparrino (nella foto) è morto in seguito alle percosse subite da tre malviventi che sono penetrati poco prima delle tre di questa mattina nella sua abitazione a Vairano Paternora, in provincia di Caserta. Casparrino, che lavorava come bidello dal 1982 nella scuola elementare di Vairano Patenora viveva insieme con alla madre, Lucia, 72 anni, che al momento dell’irruzione dei banditi dormiva.

Immobilizzato e percosso. Il bidello è stato legato con delle fascette di plastica alle mani e ai piedi e imbavagliato con del nastro adesivo e poi a lungo picchiato. «Dacci i soldi» hanno intimato i banditi al bidello. Ma Casparrino ha urlato richiamando l’attenzione della madre che dormiva nella camera accanto. Uno dei malviventi ha tentato di farlo tacere mettendogli un cuscino sul volto: per il bidello è stata la fine. Continua a leggere