giudice imposimatoIl Giudice antimafia Ferdinando IMPOSIMATO sulla barbara uccisione di Aldo MORO: Signor Presidente della Repubblica, (altro…)

Sono passati trentacinque anni da quel 16 marzo in cui un commando di Brigate Rosse sequestrava l’onorevole Aldo Moro, assassinando brutalmente gli agenti della scorta (i carabinieri Domenico Ricci e Oreste Leonardi, i poliziotti Giulio Rivera, (altro…)

Intervento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in occasione del “Giorno della Memoria ” dedicato alle Vittime del Terrorismo

34 anni fa morivano Peppino Impastato e Aldo Moro(video)

ROMA – Era la notte del 9 maggio 1978 quando il giornalista ed attivista Peppino Impastato e il Presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro vennero assassinati l’uno dalla mafia, l’altro dal terrorismo delle Brigate Rosse.

La morte di Impastato, in particolare, passò quasi inosservata agli occhi dell’opinione pubblica poiché avvenuta in piena notte e momentaneamente impallata dalla vicenda legata all’altra ben più nota vittima…. Continua a leggere

Torna la paura del terrorismo stampo anni Settanta. Secondo quanto può riferire in anteprima Affaritaliani.it, una busta anonima contenente polvere da sparo è stata inviata questa mattina alla direzione della sede Rai di Genova di corso Europa. Il plico, proveniente da Roma, conteneva due fogli dattiloscritti redatti in maniera fittissima. La busta reca come mittente la SABER Srl, una società con sede in via Aurelia a Roma ed è stata spedita con un francobollo da 70 centesimi. Anche i fogli sono su carta intestata della società.

E’ stata utilizzata una vecchia macchina da scrivere Olivetti, il modello utilizzato dai rivoluzionari degli anni ’70,  e i bigliettini hanno uno stile molto simile a quelli delle Brigate Rosse degli anni Settanta e Ottanta. Anche il contenuto ha un linguaggio molto forte e di stampo brigatista. COntinua a leggere

Il libro: “Redazione Chiocciola” come finì in rete il documento delle Brigate copertina_libroRosse di rivendicazione dell’assassinio Biagi

Caserta- (da redaz. Caserta24ore)E’ in vendita presso la libreria Mondadori in corso Trieste,249 a Caserta. Il libro, in formato tascabile 62 pagine, racconta l’episodio della pubblicazione su Internet del documento di rivendicazione dell’ assassinio del prof. Marco Biagi che le Brigate Rosse avevano inviato alla stampa, nel mese di marzo del 2002. In quell’occasione Finanza, Carabinieri e Polizia si precipitarono, a caccia del documento, nel piccolo paese del casertano (Calvi Risorta) dove a 24 ore di distanza dal delitto, i responsabili del sito di informazione caserta24ore, decisero di pubblicare il documento, precedendo tutte le altre testate giornalistiche e guadagnando visibilità a livello nazionale. Continua a leggere

Caserta – ‘La Chiesa dovrebbe preoccuparsi della causa di beatificazione di Aldo Moro’. E’ stato questo uno dei passaggi dell’omelia vescovo di Caserta, mons. Raffaele Nogaro nella funzione della Domenica delle Palme, che ha officiato in una Cattedrale particolarmente affollata per la solennita’ della ricorrenza. Nogaro ha ricordato l’anniversario del rapimento dello statista e l’uccisione dei cinque uomini della scorta. In proposito il Vescovo si e’ chiesto ‘perche’ la Chiesa, che si preoccupa di interessarsi di altre cause ugualmente sentite, non promuove la giusta causa di beatificazione di Aldo Moro’, definito ‘uno dei piu’ alti esempi di misericordia’. Il prelato, prossimo a lasciare per raggiunti limiti d’eta’ la Diocesi di Caserta, ha proseguito ricordando di aver conosciuto a Roma l’esponente della Democrazia Cristiana rapito e ucciso dalle Brigate Rosse e di essere rimasto ‘impressionato dal particolare che ogni suo gesto fosse improntato alla solidarieta’ e all’uguaglianza, alla santità Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 208 follower