Orta di Atella(Ce)- Grande successo per la prima edizione della Festa dell’Epifania “Ortanuova” che si è tenuta il 6 Gennaio presso la scuola “D.Villano” in Orta di Atella. L’evento, organizzato dal Comitato Ortanuova, ha visto la partecipazione di circa 300 alunni della scuola Villano i quali, accompagnati dai loro genitori, hanno potuto partecipare a diversi giochi intervallati da momenti di musica e animazione, gestita dai sei animatori dell’Agenzia “Frizzi Party” capitanata eccellentemente da Salvatore Vozza. Continua a leggere

Orta di Atella(Ce)- (da Comitato Orta Nuova) Con la presente si prega di voler proporre all’attenzione della pubblica opinione, con i mezzi che riterrete a tal fine più opportuni ed idonei (riprese per un servizio televisivo, pubblicazione di un articolo, menzione dell’evento, etc…etc…) il seguente testo: ” Atmosfera molto accesa stamattina in Commissione Ambiente in Regione Campania, dove si è discusso della vicenda Eurocompost di Orta di Atella. Il Comitato Ortanuova, da sempre impegnato nella lotta contro la puzza, era stato lasciato fuori dal partecipare alla Commissione non ricevendo alcuna convocazione. Continua a leggere

“SPENDEREMO TUTTE LE NOSTRE ENERGIE PURCHÈ VENGA RISOLTO IL PROBLEMA”, DICHIARA NICOLA CAPUTO NEL CORSIO DELL’AUDIZIONE IN COMMISSIONE AMBIENTE SULLA VICENDA EUROCOMPOST DI ORTA DI ATELLA

Orta di Atella(Ce)- (di Sessa Rocco) “Sarò in Commissione tutto il tempo che occorre, se necessario, purchè si arrivi ad una soluzione del problema senza strumentalizzazioni di alcun tipo” – cosi esordisce il vice capogruppo in Regione Campania del Pd, Nicola Caputo – nel corso dell’audizione di martedi 16 dicembre in Commissione Ambiente, sulla vicenda Eurocompost di Orta di Atella. L’audizione tenuta su proposta del consigliere Caputo, ha visto la partecipazione dei rappresentanti dell’azienda, dei comitati cittadini, dei tecnici dell’Arpac e del Comune di Orta di Atella e della Provincia di Caserta. Continua a leggere

Orta di Atella(Ce)- (di Cinzia Perfetto) E’ cominciata alle 9,30 del mattino di ieri e si è conclusa solo alle 15 la Conferenza di Servizi indetta presso il settore Ecologia, Tutela dell’Ambiente, Disinquinamento e Protezione Civile di Caserta per l’11 dicembre, allo scopo di rinnovare i permessi di attività a favore dell’Eurocompost, l’opificio ritenuto da molti come il responsabile delle esalazioni nauseabonde presenti sul territorio di Orta di Atella e dintorni. Erano presenti, oltre al rappresentante dell’azienda E. Mormile con un suo tecnico di fiducia, l’ASL e l’ARPAC nella persona del dott. Del Monaco; tecnici e legali della Provincia; gli ingegneri Ferrante e Palermiti in rappresentanza del Comune di Orta di Atella. Continua a leggere

Orta di Atella(Ce)- (di Cinzia Perfetto) E’ questo quanto segnalato nella relazione tecnica stilata dall’ARPAC riguardante i rilevamenti effettuati nella zona di via Danzano e in località Viggiano, in Orta di Atella. I controlli sono stati effettuati in maniera continuativa dal 17 al 27 Ottobre. Il picco più alto (13,2 microgrammi per metro cubo) di ammoniaca è stato rilevato in località Viggiano, a 100m dai capannoni della Eurocompost, nel periodo che va dal 22/10 ore 11,30 al 24/10 ore 11,55. Comunque, dal resoconto dell’ARPAC si evince che le concentrazioni di ammoniaca “già relativamente alte nella stazione situata in prossimità delle abitazioni del terminale di via Danzano, aumentano man mano che diminuisce la distanza dall’impianto, nella stazione situata a 100m” Ma non è tutto! L’impianto di abbattimento degli odori (lo scubber) non è risultato adeguato Continua a leggere

Fotonotizia: Il Caso di Orta di Atella (Ce) invasa da Puzza nauseabonda. Cittadini nel panico. Respirare ( in questo caso...) per credere...

 Orta di Atella(Ce)- (da Cinzia Perfetto) Sono state raccolte più di 300 firme in meno di tre ore nella giornata di domenica!!! Ottima l’affluenza presso la sede del Comitato Ortanuova, in risposta all’appello fatto ai cittadini per la raccolta delle firme, che andranno a promuovere l’esposto-denuncia contro la puzza. Si ricorda che la raccolta verrà portata avanti per circa due settimane e che tutti hanno il dovere di partecipare: Continua a leggere

Frattamaggiore(Na)- (Antonio Iazzetta Aniacom) “Nei prossimi giorni i Sindaci dei comuni dell’area Assessore Del Prete  a Nord di Napoli e del casertano interessati dalle insopportabili puzze di questi giorni firmeranno un documento in cui si chiederà alle autorità competenti un intervento immediato per risolvere la questione una volta per tutte verificando se la puzza dipende dalla ditta di compostaggio di Orta di Atella”. Lo ha detto l’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Frattamaggiore, Pasquale Del Prete(nella foto), che, ieri, ha incontrato i rappresentanti del Comitato Orta nuova insieme ad altri amministratori locali, tra cui il Sindaco del Comune di Grumo nevano, Fiorella Bilancio, che aveva convocato nella sede comunale i rappresentanti del Comitato nato contro la puzza insostenibile che coinvolge i comuni di Orta di Atella, Succivo, Caivano, Frattaminore, Frattamaggiore, Crispano e Cardito. “Qualora fosse confermato che la puzza arriva dall’Eurocompost, l’azienda va chiusa subito senza aspettare altro tempo” ha aggiunto l’assessore. Continua a leggere

Orta di Atella(Ce)- (di Enzo Falco verdi)”Il TAR – afferma Enzo Falco, segretario provinciale dei Verdi di Caserta – deciderà il 22 gennaio sulla questione Eurocompost di Orta di Atella. Nel frattempo i cittadini possono morire o se gli va bene dovranno continuare a sopportare puzze nauseabonde, vomiti, diarree. E come al solito i più penalizzati saranno i bambini”. Così non si può vivere!!! Chi abita a Orta di Atella, Succivo, Frattaminore, Caivano, Frattamaggiore, Grumo Nevano, ieri ci hanno telefonato anche da Arzano, non ha diritto di cittadinanza e deve mal sopportare questo attacco sconsiderato alla loro salute. Ovviamente chi non la sente la puzza non può credere alle scene che stiamo vedendo in questi giorni. La gente è esasperata e siamo molto preoccupati anche dal punto di vista dell’ordine pubblico.  Chi non interverrà si assumerà la responsabilità anche per questo. Eppure sono decine e decine le sentenze che intervengono a tutela dei cittadini, anche in quei casi in cui, non essendoci dati scientifici di rilevamento delle sostanze inquinanti (a quando una rete di centraline?), risulta conclamato il fastidio, il malessere e i sintomi negativi di tali puzze. Così non si può andare avanti!!! “I Verdi che con Enzo Russo di Orta di Atella sono – continua Falco – da tempo presenti in questa battaglia ritengono che non si possa aspettare gennaio e i tempi del TAR. Continua a leggere

APPELLO PER LA VITA- Invitiamo tutti i lettori a far sentire la loro voce e inviare messaggi di sostegno e di solidarietà al Comitato cittadino di Orta Nuova (li pubblicheremo sul n.s portale), che sta lottando per il diritto alla vita, alla salute e ad un futuro. La cittadina di Orta di Atella, parte della nostra provincia di Caserta, é assediata da un puzzo fetido e mortale. Gli abitanti non ce la fanno più a convivere con questa sorta di castigo, sono sull’orlo del collasso. Gli abitanti di Orta di Atella si sentono trascurati e abbandonati da tutti e si definiscono cittadini di seri ‘B’, trattati da veri e propri detenuti(vedi foto). Non é giusto lasciarli soli. Domandiamoci piuttosto: se una cosa del genere accadesse a noi come reagiremmo? Cosa vorremmo che ci venisse fatto? ….Un invito alle Istituzioni competenti a scendere in campo e porre fine una volta per tutte a questa incredibile vicenda, si incredibile, perché nell’epoca del grande sviluppo e progresso economico non si dovrebbero proprio udire queste notizie, e invece oggi nel III millennio  dell’ evoluzione ancora le udiamo. E questo sarebbe  il prezzo del progresso, ci domandiamo? Un ultimo interrogativo: perché questo genere di cose accade solo dalle nostre parti? Come mai? La colpa di chi é? VERGOGNA!!! (Commento da dir. Alto Casertano-Matesino & d)

Orta di Atella( Ce)- (di Cinzia Perfetto) Cresce sempre di più la tensione tra i cittadini di Orta di Atella, soprattutto tra quelli che da lunedì scorso hanno formato il presidio permanente sulla via di accesso per l’Eurocompost. Un’ansia scaturita in particolare dalla sentenza che il TAR dovrà dare riguardo alla sospensione di 30 giorni, decisa dal Comune lo scorso 29 agosto nei confronti dell’opificio. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 200 follower