Associazione per delinquere e reati ambientali: blitz del Noe con 38 persone sotto inchiesta e 14 arresti.

NAPOLI - Associazione per delinqueretruffa e reati ambientali: con queste accuse sono stati arrestati Marta Di Gennaro, ex vice di Guido Bertolaso alla Protezione Civile e il prefetto Corrado Catenacci, ex commissario ai rifiuti della Regione Campania, nell’ambito di Continua a leggere

Italia-  Stasera alle ore 21,05 su Rai 2  e in streaming dal sito, torna Annozero con “Il miracolo no!”: la vicenda di Terzigno e l’emergenza rifiuti in Campania segnalano una crisi profonda del sistema politico italiano e dei livelli di democrazia? Ospiti il sottosegretario Guido Bertolaso, Roberto Castelli, il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca e il giornalista di Repubblica Antonello Caporale. Le telecamere di Annozero saranno collegate in diretta da Terzigno. I cittadini campani parleranno dell’emergenza rifiuti. La situazione a Terzigno è esplosiva. “Sarò in prima fila a scortare e difendere gli autocompattatori”. Lo ha detto il sindaco di Boscoreale Gennaro Langella, al suo arrivo in prefettura a Napoli per la riunione tecnica con la quale saranno calendarizzati i conferimenti in cava Sari, a Terzigno (Napoli). “Se fosse necessario tranquillizzerò anche gli animi dei manifestanti – ha dichiarato – faccio appello ai cittadini affinchè, quando riprenderanno gli sversamenti, non blocchino gli autocompattatori e non ritardino la raccolta di rifiuti che sono quelli dei nostri paesi”. Continua a leggere

Sisma e frane di Lipari: solo garantendo la Sicurezza Ambientale si può avere uno Sviluppo Ecocompatibile e Duraturo.

A cura del prof. Franco Ortolani, Ordinario di Geologia, Direttore del Dipartimento di Pianificazione e Scienza del Territorio, Università Federico II, 20 agosto 2010

L’INGV rende noto che il 16 agosto 2010 vi è stato un terremoto alle Isole Eolie avvenuto alle ore 14:54 italiane; il sisma è iniziato ad una profondita’ di 19 km circa (ipocentro), ed è stato caratterizzato da una magnitudo momento Mw = 4.5. Continua a leggere

Caserta- (di Giuseppe Vozza) Bertolaso ha portato avanti un fasullo progetto industriale che alla fine ha favorito ulteriore inquinamento, devastazione dell’ economia agricola di Terra di Lavoro e la distruzione di materiale con l’incenerimento oltre a generare altro inquinamento ancora più grave. Nessuna rete integrata e adeguata di impianti atta a garantire l’autosufficienza nello smaltimento dei rifiuti sulla base del criterio della prossimità geografica è stato avviato, così come chiedeva l’Unione Europea e da qui la condanna dell’Italia. “Tutto quello per cui l’Italia è stata condannata è stato risolto” ha detto Bertolaso in parlamento. Ma le bugie hanno le gambe corte e nessun piano industriale è stato mai posto in essere dal Commissario di governo, nonostante gli enormi poteri anche in deroga di cui ha usufruito. Continua a leggere

Il tecnico abruzzese, denunciato per procurato allarme, spiega a un blog il funzionamento del suo “precursore sismico”

“Così posso prevedere i terremoti In Abruzzo ci sono 5 apparecchi”

ROMA - Gioacchino Giuliani (nella foto) , il tecnico denunciato per procurato allarme dopo aver previsto che un terremoto di grande entità avrebbe potuto colpire la zona di L’Aquila, era stato intervistato il 24 marzo anche dal blog DonneDemocratiche.it . Nell’intervista, dopo aver raccontato com’è nato il suo apparecchio, aveva corretto la sua prima previsione, dicendo: “Mi sento di poter tranquillizzare i miei concittadini”.  In un’altra intervista, rilasciata ad una tv locale, ora visibile su You Tube e sul sito di Repubblica.it, era stato più determinato e aveva detto che una rete di “precursori” potrebbe garantire una capacità predittiva di grande rilevanza umana e sociale.  Sulle sue dichiarazioni, che in queste ore fanno il giro dei mezzi di informazione, si sta scatenando una polemica, se è vero che l’ Istituto di Geofisica e Vulcanologia ribadisce oggi in un comunicato ufficiale: “Si sottolinea la circostanza secondo la quale, allo stato attuale delle conoscenze, non è possibile realizzare una previsione deterministica dei terremoti (previsione della localizzazione, dell’istante e della forza dell’evento). Continua a leggere

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha firmato un decreto per dichiarare lo stato di emergenza nazionale con il quale il responsabile della protezione civile Guido Bertolaso verrà nominato commissario straordinario del governo per gestire questa situazione.

 Situazione drammatica, la peggiore tragedia da inizio millennio

Almeno 27 le vittime, oltre 50 feriti. Tra i morti ci sarebbero 5 bambini. Il sisma di magnitudo 5,8 della scala Richter ha colpito all’alba la zona tra L’Aquila, Collimento e Villagrande. L’evento sismico è avvenuto alle 3.32. In mattinata avvertita nuova scossa. Berlusconi ha firmato il decreto per lo stato di emergenza nazionale. Bertolaso: ”Situazione drammatica, è la peggiore tragedia da inizio millennio”. Matteoli: ”Vertice operativo per misure urgenti”

ultimo aggiornamento: 06 aprile, ore 10:36

Roma, 6 apr. (Adnkronos/Ign) – E’ di 27 morti e 50 dispersi il bilancio provvisorio del sisma che ha colpito all’alba l’Abruzzo. Lo riferiscono fonti ospedaliere. Mentre si continua a scavare sotto le macerie a l’Aquila e nei paesi circostanti, la Protezione civile ha reso noto che gli sfollati potrebbero arrivare a 45-50mila. Gli edifici inagibili potrebbero essere tra i 10 e i 15mila.  Tra le vittime accertate ci sono anche 5 bambini. Panico tra la popolazione che si è riversata in strada, difficile l’accesso alla citta’. Particolarmente colpiti gli edifici del centro storico. Cittadini, volontari della protezione civile e vigili del fuoco scavano tra le macerie. Evacuato l’ospedale. Crollato anche l’Hotel Duca degli Abruzzi, uno dei piu’ noti alberghi cittadini. Parzialmente crollata la Casa dello Studente dell’Aquila in via XX Settembre, sotto le macerie potrebbero essercicinque giovani . Nel crollo dell’edificio e’ morto uno studente mentre altri due sono stati estratti vivi dalle macerie. Diverse testimonianze riferiscono di perdite d’acqua di odore di gas percepibile in diversi palazzi della zona. Il terremoto di magnitudo 5,8 della scala Richter (pari all’ottavo, nono grado Mercalli), avvenuto intorno alle 3.32, si è verificato nella zona tra L’Aquila, Collimento e Villagrande. Secondo quanto hanno riferito i Vigili del Fuoco, la zona più colpita sarebbe Paganica, una frazione a sette chilometri dall’Aquila ai piedi del Gran Sasso d’Italia.La fortissima scossa di terremoto è stata avvertita anche a Roma.  Sono cinque i comuni più colpiti dal devastante sisma. Oltre all’Aquila, a essere colpiti dal terremoto in maniera drammatica, sono Roio Coggio, Massa, Paganica e Fossa, tutti in provincia dell’Aquila. Continua a leggere

Caserta- (dal Comitato Emergenza Rifiuti, nelle 2 foto. Autore: Andrea Pioltini fotoreporter) – A LO UTTARO spesso fa capolino la RAI, con le sue redazioni: nel 2006 arriva il TG3 con le telecamere, riprende le cave inquinate da rifiuti pericolosi ma poi si guarda bene dal riportare quanto i cittadini e i comitati civici stavano denunciando da tempo, con prove documentate da atti delle passate strutture commissariali per l’emergenza rifiuti. Nel 2007 è la volta di “ANNOZERO” che viene a chiedere l’aiuto dei cittadini e comitati per realizzare riprese e interviste sul disastro ambientale del territorio casertano divenuto con la discarica commissariale di Lo Uttaro, pattumiera regionale. Anche questa volta i fatti sono dimostrati da incontrastabili prove che attestano l’illegittimità della discarica di Lo Uttaro Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 200 follower