Grazzanise(Ce) – (Di Raffaele Raimondo) “E’ buona norma, per tentare la soluzione di un problema, conoscerne le radici e la provenienza, affinché la riflessione aiuti a ponderare la migliore soluzione”: ha esordito così il presidente della Lab (Lega allevatori bufalini), avv. Raffaele Ambrosca (nella foto), prendendo la parola, alle ore 13 di oggi 26 gennaio, in sede di audizione informale presso la XIII Commissione Agricoltura della Camera. Continua a leggere

allevatori-della-labCancello ed Arnone (Ce)- (Di Raffaele Raimondo)   “Apprendendo la notizia delle dimissioni rassegnate dal Presidente del Consorzio di Tutela (CdT) della mozzarella di bufala campana dop, Franco Serra, ad appena tre mesi dalla sua elezione e della macchina interna al CdT rimessasi in moto per colmare il vuoto venutosi nuovamente a determinare, la Lega allevatori bufalini (Lab) invoca a gran voce una poderosa inversione di tendenza! Continua a leggere

AL BORGO APPIO (nella foto) GLI “STATI GENERALI” DEL COMPARTO LATTIERO-CASEARIO Relazioneranno il presidente Ambrosca, il professor Esposito, l’avvocato Taormina, alla presenza di un “osservatore” del Ministro delle Politiche Agricole e Forestali, Zaia.

GRAZZANISE(Ce)- (di Raffaele Raimondo) – Sarebbe augurabile una mobilitazione a livello provinciale,ma non parrebbe fuori luogo anche la partecipazione di delegazioni battipagliesi e sudpontine, per sfoderare davvero le rappresentanze di tutte le principali zone d’Italia dove insistono numerosi ed intensamente produttivi gli insediamenti zootecnici funzionali al migliore allevamento delle bufale. Sono infatti convocati per sabato 27 settembre, alle ore 10, gli Stati Generali del comparto lattiero-caseario. La località prescelta, Borgo Appio (contrada grazzanisana sorta, al centro dei Mazzoni, in epoca fascista) ha, nel settore, una vocazione antica. Ad assumere l’iniziativa la Lega Allevatori Bufalini (Lab) che lancia, di fatto, il guanto pure alle Istituzioni locali, alle altre Associazioni di categoria, alle Centrali sindacali, ai “fratelli-coltelli” che lavorano nel campo della trasformazione del prezioso e sovente contestato candido latte della feroce “mucca nera”. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 202 follower