Caserta- (da red. cronac. prov.) Tra i settemila ed i diecimila posti di lavoro al rischio causa crisi dell’economia reale. Tra aziende che chiudono i battenti, casse integrazioni in deroga e provvedimenti di mobilità, si fa sempre più pesante il conto del salasso occupazionale in provincia di Caserta. Se il 2008 si è chiuso con un dato da far tremare le gambe, ossia l’aumento esponenziale delle casse integrazioni – più che quintuplicate in appena dodici mesi – questo primo scorcio del 2009 non lascia spazi all’ottimismo. Tutt’altro. Le previsioni, ovviamente, sono a tinte fosche. Continua a leggere