“LO STEMMA DELLA CITTA’ DI ALIFE Fra storia e leggenda a cura del prof. “Gianni Parisi“, storico e artista  di Alife

Alife(Ce) - Lo stemma  della città di Alife (foto 1 a sx, cliccare sopra per ingrandire) , di cui elemento centrale è l’elefante, ha sicuramente antichissime origini che risalgono forse al XII o XIII secolo. Nel Battistero posto a destra dell’ingresso della Cattedrale d’Alife, è murato un archivolto del XII secolo, sorretto da due animali di misteriosa e controversa natura. Alcuni vedono in essi le sembianze di leoni, simbolo di forza, audacia e violenza. Le figurazioni scultoree presentano alcuni caratteri tipici del maestoso felino: come le orecchie piccole e tondeggianti, la forma delle orbite oculari, le lunghe e ispide vibrisse sul muso. Altri vedono le sembianze caratteristiche dell’elefante: la proboscide, le lunghe zanne poste lateralmente alla bocca, il prominente labbro inferiore, le grosse unghie sulle zampe anteriori. Qualora le due plastiche e ieratiche sculture fossero elefanti noteremo che l’utilizzo frequente del maestoso pachiderma, emblema di forza, grandezza e stabilità, aveva un sicuro riscontro storico con le vicende della Città. Angelo Gambella, esperto di storia medievale, infatti sostiene l’ipotesi che già nel XII secolo, il Conte di Alife, Rainulfo De Quarrel Drengot, fregiava le proprie insegne col simbolo dell’elefante. Si narra, che il Conte, desideroso d’abbellire la Città di nuovi e splendidi monumenti, tra cui la nuova e maestosa Cattedrale  ( foto 2 a sx.Cliccare sopra per ingrandire immagine) , per accogliere le spoglie  del santo martire Sisto I, patrono della Città, abbia incaricato un artista, forse di origine lombarda, per realizzare la decorazione scultorea della nascente Cattedrale Continua a leggere