falode-san-gregorio.jpgSAN GREGORIO MATESE (CASERTA) – I carabinieri di Piedimonte Matese hanno arrestato Liberato Loffreda, responsabile dell’agritursmo «Le Falode» di San Gregorio Matese, coinvolto lo scorso marzo nell’ inchiesta sammaritana sui finanziamenti destinati a diversi Bed & Breakfast mai avviati( leggi articolo correlato sotto). L’uomo, avrebbe dovuto rispettare l’obbligo di dimora nel suo comune di residenza, è stato sorpreso dai militari nella struttura matesina di cui è titolare e tradotto in carcere. Nella stessa inchiesta furono coinvolti il sindaco di Castello del Matese ed alcuni ex sindaci ed amministratori dell’alto Casertano( leggi articolo correlato sotto). L’inchiesta avviata dal Corpo Forestale dello Stato riguardò diversi finanziamenti regionali relativi a pratiche per avviare attività di Bed & Breakfast, Country House, affittacamere e altro. (8 agosto 2007) . Da Redazione provinciale “A.C.M-& d”

matese-veduta.jpg52 INDAGATI E 20 ARRESTI PER L’ECOMOSTRO DEL MATESE: FALSI BED&BREAKFAST

Alto Casertano Matesino– Ha avuto origine da una segnalazione del Wwf Italia, che, alla fine dell’anno 2005, denunciava l’abusiva realizzazione di due grosse strutture abusive nelle immediate vicinanze del lago Matese, in area protetta ricompresa nel Parco Regionale del Matese e classificata sito di importanza comunitaria, l’indagine coordinata dalla procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che ha portato oggi all’esecuzione, da parte degli uomini del Corpo forestale di Caserta, all’esecuzione di 20 ordinanze di custodia per reati associativi, truffa e abusi edilizi. Da un’articolata e complessa attività investigativa, supportata anche da intercettazioni telefoniche, si è arrivati a indagare 52 persone, personaggi che ricoprivano cariche o funzioni pubbliche e che, per assicurare a sè, a congiunti o amici, illeciti finanziamenti avrebbero posto in essere per lungo tempo una serie di illeciti nello svolgimento delle loro funzioni istituzionali, in modo da poter attingere alle provvidenze previste dalle misure «Por Campania» 2000-2006 e dalla legge 488/92. I destinatari delle misure cautelari di custodia in carcere sono Filomeno Ferritto, ingegnere 50enne di San Gregorio Matese, già sindaco del comune matesino fino all’anno 2006; Antonio Montone, 39enne di Castello del Matese, geometra titolare dell’omonimo studio, attuale sindaco di Castello del Matese; Stefania Rossetti, 41enne di Piedimonte Matese, ex segretario comunale dsi San Gregorio Matese e attuale Segretario Comunale di Pietramelara; Liberato Loffreda, 40enne di San Gregorio Matese, gestore dell’Agriturismo la Falode; Carlo Fiorillo, di Caserta, ingegnere 40enne ed ex Responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di San Gregorio Matese; Pietro Montone, da Castello del Matese, geometra di 38 anni, attuale responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Letino ed ex membro della Commissione Edilizia Integrata del Comune di San Gregorio Matese. E ancora: Mario Cefarelli, da San Potito Sannitico, ingegnere di 52 anni, ex membro della Commissione Edilizia Integrata del Comune di San Gregorio Matese; Giovanni Spinosa, chiamato Giancarlo, geometra 39 anni di Piedimonte Matese, ex membro della Commissione Edilizia Integrata del Comune di San Gregorio Matese; Patrizia Loffreda, casalinga 40enne di San Gregorio Matese, ex membro della Commissione Edilizia Integrata del Comune di San Gregorio Matese; Ennio Ciccarelli, agricoltore 62enne di San Gregorio Matese, ex membro della Commissione Edilizia Integrata del Comune di San Gregorio Matese. (art del 16 marzo 2007- Fonte: Caserta sette)