Con le etichette delle cantine del “comune più vitato della Campania”Nella giornata conclusiva il convegno sul Pit Enogastronomico a cui parteciperà l’assessore regionale al Turismo Marco Di Lello

Il convegno sul tema ‘Il vino come risorsa per lo sviluppo turistico de ‘L’AltraCampania’: il Pit Enogastronomico’ costituisce il momento centrale della terza e conclusiva giornata della ‘Festa del Vino‘ di Castelvenere organizzata dalla Pro Loco Castelvenere. L’appuntamento è fissato per il giorno 26 Agosto alle ore 18.30 di domani nel suggestivo chiostro in ceramica inaugurato proprio in questa occasione. Al convegno, che si aprirà con i saluti di Pasquale Carlo (presidente della Pro Loco Castelvenere), Mario Scetta (sindaco di Castelvenere) e Gianvito Bello (presidente di ArtSannio Campania), sono previsti gli interventi di Carlo Giorgio Nista (assessore alla Cultura della Provincia di Benevento), Mimmo Dell’Aquila (assessore all’Agricoltura della Provincia di Caserta) e Santino Barile (presidente dell’Ept di Avellino). A moderare sarà il giornalista enogastronomico Luciano Pignataro mentre le conclusioni saranno affidate all’onorevole Marco Di Lello (assessore al Turismo della Regione Campania). Altro momento importante della giornata di domani è costituito dall’incontro incentrato sui vitigni autoctoni, con l’attenzione puntata in particolar modo su barbera del Sannio e agostinella. L’incontro, a cui prenderanno parte i degustatori della guida ‘Vini Buoni d’Italia‘ edita dal Touring Club Italiano, è programmato per le ore 10.00 nei locali dell’enoteca comunale e sarà coordinato da Nicola Matarazzo (consulente scientifico ‘In@natura’), Andrea Di Palma (coordinatore territoriale Abruzzo e Molise) e Luciano Pignataro (coordinatore regionale Campania, Calabria e Basilicata). A partire dalle ore 20.00 in piazza San Barbato le degustazioni con le cantine locali: Vigne Sannite, Vinicola del Sannio, Colle Palladino, Antica Masseria Venditti, Vitivinicola Monte Pugliano, Ca’stelle, Anna Bosco, I Pentri, Fattoria Ciabrelli, Petrare Dmc e CasaldiVenere. L’Associazione Italiana Sommelier gestirà uno spazio dedicato alla falanghina del Sannio mentre in piazza dei Caduti i sapori della terra telesina-titernina. Particolarmente ricco si presenta il programma collaterale. In mattinata è programmato il raduno di auto d’epoca (anni Trenta e Quaranta) organizzato in collaborazione con il Camec mentre in serata l’atmosfera sarà creata dallo spettacolo degli sbandieratori di Altavilla Irpina. A chiudere sarà uno spettacolo musicale in via Roma. Per informazioni: www.prolococastelvenere.it (Comunicato inviato da Pasquale Carlo, Presidente Pro loco CastelVenere)* Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & dintorni”