Dragoni(Ce)- Mentre la Comunità Montana del Monte Maggiore rischia di essere definitivamente “decapitata” e il Parco Archeologico ipotizzato dal contestato presidente Raffaele De Marco sembra dimostrarsi l’ennesimo bluff, un interessante convegno sull’istituendo “Parco Regionale del Monte Maggiore” si è tenuto domenica a Dragoni su iniziativa dell’associazione culturale “San Ferdinando“, presieduta da Ferdinando Mirando, in occasione della Fiera Agricola che tanta gente ha richiamato dall’intero comprensorio.PSR 2007-2013 ed istituendo Parco Regionale del Monte Maggiore: quale futuro per l’Agricoltura della Valle del Medio Volturno?” Questo l’interessante tema dibattuto dai relatori dopo i saluti del sindaco Antimo Nocera e del presidente Mirando, e dopo una circostanziata relazione dell’assessore comunale all’Agricoltura, Luigi Miranda, che si è soffermato in particolare sugli obiettivi e strategie del PSR. Ne sono scaturite interessanti relazioni di: Lucia Ranucci, Commissario Straordinario Consorzio di Bonifica Sannio Alifano (“Le politiche di bonifica nella nuova agenda europea per l’agricoltura”); Domenico Dell’Aquila, Assessore Agricoltura Provincia di Caserta: (“La Provincia tra valorizzazione dell’agricoltura e tutela della Valle del Medio Volturno”). Le conclusioni sono state tratte dal consgliere regionale SDI e promotore dell’iniziativa, sostenuta anche dal centro destra, Gennaro Oliviero (“Il Parco Regionale del Monte Maggiore per la difesa e lo sviluppo del territorio”); nonché dall’europarlamentare Riccardo Ventre, vicepresidente della commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo: “La Politica Agricola Europea”. Pochi gli esponenti di Enti locali hanno partecipato, mentre hanno onorato l’appuntamento il sindaco di Caiazzo Stefano Giaquinto, il suo omologo di Ruviano, Roberto Cusano, e un delegato del primo cittadino di Alvignano, Angelo Di Costanzo. (Fonte: Agenzia Teleradio News Caiazzo)*

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & dintorni”