Al giovane “Giovanni Prata” deceduto in un incidente stradale, dedicato il concerto dei compagni di scuola musicisti

CASERTA – Una manifestazione allo stesso tempo gioiosa e commovente quella che si è svolta al Liceo scientifico “A. Diaz” di Caserta per la premiazione degli alunni meritevoli, che hanno conseguito il massimo dei voti negli esami di maturità 2007. Gioiosa perché i protagonisti sono stati i giovani studenti, ora novelle matricole alle diverse facoltà universitarie; commovente perché solo da pochi giorni è venuto meno per un grave incidente un loro compagno di scuola, Giovanni Prata, studente del quarto anno. A ricordarlo è stato all’inizio della manifestazione il Dirigente scolastico Alfonso Saponara, che ha chiesto cinque minuti di silenzio per il giovane così tragicamente scomparso. “Abbiamo a lungo riflettuto se fare egualmente questa manifestazione già organizzata e pubblicizzata, ha detto il prof. Saponara, dopo quanto è accaduto. Poi, abbiamo voluto confermarla, perché abbiamo pensato che premiare studenti meritevoli, compagni di Giovanni Prata, è il miglior modo per onorarne la memoria. Per questo abbiamo confermato anche il concerto di musica classica, che voi compagni avete preparato da provetti musicisti qual siete, dedicandolo, come il vostro miglior saluto, a Giovanni“. La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione “Amici del Liceo Scientifico” – ALIS – della quale è presidente il prof. Antonio Malorni( nella foto) , ex alunno e scienziato di fama internazionale. “Tutte le cose che voi avete studiato in questi anni, ha detto ai premiati il presidente Malorni, costituiscono il patrimonio fondante della vostra cultura. E’ quanto noi ex alunni abbiamo sperimentato ed è quanto sperimenterete voi. Un addio al Liceo, ma anche un legame per la vita“. Lo ha ribadito un altro illustre ex alunno, Nicola Melone, preside della Facoltà di Matematica, Fisica e Scienze Naturali dell’Università di Caserta: “Investite nel sapere, ha detto ai giovani. I saperi sono l’unica possibilità per costruirvi un futuro da protagonisti e non da comparsa“. Poi, la premiazione. Una carrellata di giovani studiosi, ben 56 maturati con il massimo dei voti, 100/100, dei quali 3 con lode. Una carrellata che dimostra l’efficienza di una scuola storica e rende onore ai giovani, quando sono capaci e meritevoli, come si legge nella Costituzione della Repubblica. Un’iniziativa con la quale l’ALIS ha aperto la serie degli eventi programmati per il nuovo anno. ( articolo a cura della prof. ssa Anna Giordano. Inviato dal giornalista Salvatore Candalino)

Pubblicatod a red. prov. “Alto Casertano-Matesino & dintorni”