SAN MARCO EVANGELISTA (Ce)- Martedì prossimo ci sarà un nuovo incontro a Roma presso il ministero delle Attività Produttive fra i vertici della ITP, sindacati e RSU della ex 3M, con la presenza del sindaco di San Marco Evangelista, Vincenzo Zitiello, per la sottoscrizione, si spera, del protocollo d’intesa che dovrebbe vedere un investimento di 30 milioni di euro e la ripresa produttiva delle attività. Agnese Ginocchio ( nella foto insieme a mons. Nogaro Vescovo Caserta, cliccare sopra per ingrandire), che ha ricevuto la nomination alcuni giorni orsono per l’ennesimo premio per la sua infaticabile attività in favore della Pace, rivolge un accorato appello, cui nessuno può far finta di non ascoltare, in favore dei 191 lavoratori dell’ex 3M Italia che da sette mesi sono anche senza cassa integrazione, praticamente sono sul lastrico. La cantautrice e testimonial per la Pace Agnese Ginocchio, commentando questa triste vicenda ed esprimendo la propria solidarietà e vicinanza alla causa dei lavoratori ex 3M Italia di S. Marco Evangelista, ha fatto sapere che si farà portavoce di questo appello al Vescovo di Caserta Monsignor Raffaele Nogaro: “Non c’é Pace senza giustizia sociale” – ha affermato – “la quale significa: difesa dei diritti umani e dunque difesa dei diritti di ogni lavoratore. Che politici e istituzioni battano un colpo e scendano in campo con risposte concrete e non soltanto per chiedere i voti”. Proprio in queste ultime ore Monsignor Nogaro ha lanciato un pubblico appello alla Stato per gli sfortunati lavoratori della IXFIN. I 191 della ex 3M sono praticamente avviliti per le ingiustizie che ci stanno passando, per la lotta che sono costretti a fare per far valere i loro diritti, per il lavoro che hanno rubato loro nel Giugno 2006. “Nessuno ci sta a sentire” – ha affermato Stefano Cutillo in rappresentanza dei lavoratori ex 3M – “stiamo perdendo la fiducia nelle leggi nello Stato e chi lo rappresenta, dove sta andando questo mondo?? Quanto tempo ancora ci faranno stare così? Quando ci vorrebbe “solo” un poco di bene in più verso il prossimo, verso chi soffre“. ( Articolo a cura del giornalista Nunzio De Pinto)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & dintorni”

Annunci