CHE GIUSTA INFORMAZIONE SIA … !!!

San Salvatore Telesino(Bn)- CASO INCENERITORE BIOMASSE ( foto a sx) . Il giornalista Stefano Avitabile risponde alle accuse rivolte dal sindaco di San Salvatore Telesino (Bn) Giuseppe Creta. Riportiamo di seguito la lettera pervenuta in redazione.

In merito alle accuse che mi sono state rivolte dal Sindaco di San Salvatore Telesino Giuseppe Creta (nella foto a dx) sulla mia, secondo lui, corresponsabilità nella vicenda “termovalorizzatore” per aver scritto un articolo a favore delle fonti alternative per la produzione di energia elettrica è d’obbligo precisare i fatti, sebbene la verità è già agli occhi di tutti in maniera inequivocabile. I fatti. Con il protocollo nr° 8537 del 9 / 10 / 2004 risulta la prima richiesta della VOCEM srl di acquistare terreno nel territorio comunale per la costruzione di un termovalorizzatore a biomasse. Il SINDACO CRETA risponde ( protocollo nr° 10999 ) : “… su tale zona (mennitto-carpine-selva di sotto) e’ possibile la realizzazione di un impianto a biomasse…, …questa amministrazione riscontra positivamente la vostra richiesta restando a disposizione per la concretizzazione dell’iniziativa.In seguito, il Sindaco Creta e la Sua Giunta hanno ritenuto non produrre nessuna pubblica comunicazione, nessun comunicato stampa ufficiale. SILENZIO ASSOLUTO !!! Fin dall’ inizio del 2005 esistono fitti rapporti, costituiti essenzialmente da lettere, fra il Sindaco di San Salvatore Telesino Giuseppe Creta e la VOCEM, sulla costruenda Centrale elettrica di C.da San Mennitto. La VOCEM ha scritto poi al Presidente della Provincia Carmine Nardone, amico del nostro Consigliere Provinciale e Sindaco Peppino Creta, il 16/05/2005 con protocollo nr° 1765/05 quanto segue : ” …L’impianto VOCEM, come attualmente dimensionato e progettato, potrebbe essere alimentato integrando il materiale organico a matrice vegetale con il quantitativo di CDR prodotto in prov. di BN; in alternativa, l’impianto VOCEM, come attualmente dimensionato e progettato, potrebbe essere integrato con una linea dedicata alla termovalorizzazione del CDR…” Solo Vincenzo Cicchiello prende una forte posizione di disapprovazione sulla vicenda fino a decidere di dare le dimissioni da Assessore Comunale… e Peppino Creta ??? A seguito di alcune vicende politiche locali, il sottoscritto insieme a. Pierluigi Santillo hanno scritto e pubblicato ( lo stampato è stato diffuso in gran numero per il paese ) una relazione (…come si evince anche da ViviTelese 8 gennaio 2007 ) sul PROGETTO di realizzazione della centrale di produzione di energia elettrica con utilizzo di biomasse. Sottolineo che, Stefano Avitabile e Pierluigi Santillo sono favorevoli esclusivamente alla realizzazione di insediamenti per la produzione di energia elettrica verde utilizzando le biomasse… ma che si tratti di biomasse caro Sindaco, non RIFIUTI, come l’impianto della VOCEM !!! Nella stessa relazione infatti, si evince che il PROGETTO da noi auspicato non prevedeva MAI l’utilizzo, neppure in quantità minimali o per brevi periodi di tempo, di RIFIUTI SOLIDI URBANI !!!Quindi sia il sottoscritto che Pierluigi Santillo non pensavamo affatto che l’impianto di C.da San Mennitto fosse un vero e proprio INCENERITORE; quando ce ne siamo accorti –ma tu comunque lo sapevi prima di tutti in qualità di primo cittadino e aderente al progetto– e dopo aver fatto i dovuti accertamenti e le dovute verifiche, abbiamo rimesso in discussione le nostre posizioni e cambiato radicalmente opinione. A questo punto è evidente che i fautori del nefasto insediamento sono chiaramente individuabili…Caro Sindaco in qualità di primo cittadino, prima di siglare il beneplacito ai “bergamaschi” avresti dovuto, oltre a informarti e approfondire l’argomento, AVVISARE i tuoi cittadini su cosa andasse a bruciare nella “nostra” centrale e approfondire che cosa sono i cosiddetti codici dei Certificati Verdi… Hai ragione “…sicuramente prima di tutti…” ma sempre dopo di te caro Sindaco, ci siamo accorti che il Termovalorizzatore si è rivelato essere un INCENERITORE. Tu che dici di tenere davvero a tutti i tuoi cittadini e non solo ai tuoi elettori lo sai che l’inceneritore da te avallato produce sostanze pericolosissime come le diossine e i furani, oltre a residui di metalli pesanti che non possono essere distrutti ??? La tua spudoratezza e protervia non si calma neanche davanti a PROVE INCONFUTABILI del tuo pieno coinvolgimento e la tua piena responsabilità in questa vicenda. QUESTI SONO I FATTI.Questi sono gli amministratori che abbiamo scelto per farci governare; il silenzio è servito solo per non intralciare l’iter della VOCEM per le relative concessioni e consentire uno stato di fatto OGGI DIFFICILMENTE MODIFICABILE. Perché da quando la Regione Campania ha autorizzato l’impianto della VOCEM, caro Sindaco non hai fatto ricorso al TAR ??? Avevi 45 giorni di tempo e tutti sapevano già che in C.da San Mennitto dovevano essere bruciati rifiuti, ma tu non hai fatto giuridicamente nulla per fermare il MOSTRO !!! Perché ???Visto che mi hai lanciato accuse INFONDATE rispondo ora alle tue domande :L’ex Sindaco di Caivano (Na) Ing. Mimmo Semplice mi aveva informato sulla realizzazione di una centrale a biomasse. Ecco la risposta che, comunque, a nulla credo serva sapere, visto che non sono io quello che avrebbe avuto il potere di bloccare tutto. Alla delibera del Consiglio Comunale aperto del 6 luglio scorso –per fortuna c’è una registrazione televisiva integrale– sei stato ben attento a non formulare il mio nome, ma quello dell’ Ing. Santillo e hai ripetuto più volte e a gran voce, …ecco chi vuole la centrale, c’è la relazione dell’Ing. Santillo, segretario dei locali DS… ect…ect…Che bella faccia tosta… e ricordi anche male sulla mia presenza o meno… perché ho fatto un servizio televisivo con delle interviste ( presenti anche sul sito di VIVITELESE.IT ) ai diversi sindaci della Valle Telesina ( Amorosi, Puglianello e Telese Terme) e tu ti sei SOTTRATTO con un gradevole siparietto pubblico… !!! Caro Sindaco la verità è che un cittadino qualunque può anche cambiare parere ed andare in contraddizione con se stesso, una volta verificata la negatività del proprio punto di vista. A un SINDACO NO, non è concesso, soprattutto se deve decidere su un PROGETTO che determina il futuro di una comunità e incide negativamente su di un’ intera Valle.Mi fa piacere che sulla “coerenza” è intervenuto anche l’ Arch Visalli -in nome e per conto della VOCEM- in una lettera pubblicata su VIVITELESE.IT indirizzata a te :” … La prego di essere più equo… …Come Lei sa bene, non esiste alcun mistero circa i rifiuti da trattare nell’impianto; sono gli stessi da sempre, e sono stati anche elencati dettagliatamente durante l’audizione. Direttamente letti dai comitati a partire dalla domanda di autorizzazione, che è l’unico atto formale che vale in casi del genere… …Credo solo che bisognerebbe essere più corretti o, se vuole, precisi nel riportare circostanze e fatti.” Peppino Creta, prima di parlare di Stefano Avitabile e della Sua attività, per favore, sia serio e non faccia lo smemorato !!! Sia chiaro poi che, Stefano Avitabile non usa “meri articolucci seminascosti sul WEB, ma ha sempre avuto il coraggio di esporsi con la propria faccia e la propria identità prima in RADIO, poi negli ultimi anni in TELEVISIONE e sul WEB.Se, invece, tu sei tranquillo e sicuro delle tue posizioni FAI SENTIRE LA TUA VOCE !!! Spiega anche perché l’ Assessore La Fazia ha lanciato simili accuse, non fare finta di niente. Convoca un incontro pubblico.SE TI MANCA IL CORAGGIO DIMETTITI !!! Ha ragione il consigliere di minoranza Pucino : ” non sappiamo più chi siamo, chi vogliamo essere, dove vogliamo andare…” e, aggiungo io, anche derisi da tutte le comunità limitrofe. Parli di resa dei conti alle prossime elezioni provinciali ??? Ma tu cosa hai fatto in seno al Consiglio Provinciale, oltre a questuare posti nelle varie commissioni, per evitare la realizzazione dell’ INCENERITORE della VOCEM ??? Caro Sindaco non ti concedo più la possibilità di calunniarmi…Stefano Avitabile è stato tesserato solo con i Democratici di Sinistra fin dal 2003 ( se vuoi ti faccio vedere le uniche tessere sottoscritte..) e il 17 Agosto 2007 ha dato pubbliche DIMISSIONI a tutti gli incarichi ricevuti. Le dimissioni sono scaturite anche dal perpetrarsi di posizioni non ben definite sull’inceneritore da parte del tuo “amico” Presidente e di luminari esponenti provinciali e nazionali oltre, e soprattutto, per l’impegno professionale importante da poco assunto. Stefano Avitabile oggi non intende salire su nessun carro, Stefano Avitabile non fa di professione il politico, Stefano Avitabile non ha lasciato il proprio lavoro per dedicarsi completamente alla politica. Le lusinghe nei confronti dell’ Assessore La Fazia trovano motivazione nella consapevolezza che Leucio ha avuto il coraggio di evidenziare alcune contraddizioni della tua Amministrazione e il perpetrare del tuo silenzio di fronte a seri interrogativi. Io, caro Sindaco, amo San Salvatore Telesino e tu lo sai benissimo, per questo sono CONTRO L ‘INCENERITORE di C.da San Mennitto e mi adopererò, per quanto possibile, affinché non venga realizzato. Caro Sindaco non essere immemore… “Che giusta informazione sia “!!! Stefano Avitabile.

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-MAtesino & dintorni”