Caserta e prov.-( di Nunzio De Pinto) L’emergenza rifiuti non dà tregua a San Nicola La Strada così come nel resto dei 104 comuni del casertano. I rifiuti crescono agli angoli delle strade, nelle piazze, davanti agli edifici pubblici, a poca distanza dai monumenti. Sono diminuiti, in provincia, gli incendi di immondizia ma solo perché in varie zone della provincia mercoledì scorso ha piovuto. Momenti di tregua, dunque, per i pompieri costretti nei giorni scorsi a turni forzati per fronteggiare anche l’emergenza incendi. Situazione particolarmente critica non solo nei grandi centri come Caserta, Maddaloni, Aversa, Santa Maria Capua Vetere e Marcianise, ma anche in numerosi piccoli comuni limitrofi, come San Nicola La Strada e San Marco Evangelista, fin nelle zone dell’alto casertano come Piedimonte Matese, Teano. Non mancano le singolari iniziative di protesta di gruppi di cittadini. Manifesti murali affissi a Caserta mostrano le foto del governatore Bassolino (foto 3), ex commissario straordinario per l’emergenza rifiuti e del sindaco della città, Nicodemo Petteruti (foto 2) con la scritta “Grazie per il magnifico regalo delle festività di fine anno del 2007” e le foto di angoli della città invasi da montagne di immondizia. Su altri manifesti c’é scritto “Giungano alle città di Napoli e Caserta i più sentiti auguri dagli amministratori del buon governo regionale e cittadino, a nome di Antonio Bassolino, presidente della Regione Campania, Rosa Russo Iervolino, sindaco di Napoli e Nicodemo Petteruti, sindaco di Caserta“. Altre analoghe iniziative sono state messe in pratica da gruppi di cittadini di Aversa e Santa Maria Capua Vetere. ( articolo a cura del giornalista Nunzio De Pinto)

Pubblicatod a red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”