Valle di Maddaloni(Caserta)-Italia- Il giorno 21 dicembre 2007  su RAI TRE nella trasmissione “MI MANDA RAI TRE”  condotto dal giornalista Andrea Vianello è stato affrontato anche il caso di Linda Iannone, una nostra conterranea di madre terra casertana, dipendente del Comune di Valle di Maddaloni e licenziata ingiustamente ed illegalmente dello stesso ente istituzionale.  Il caso della Iannone é una triste vicenda di lavoro che a causa dell’arroganza del piccolo potere non si ferma, ma continua ad estendere la sua radice e a macchiarsi di colpe illegali. In diretta a Rai tre con la propria ignoranza il vicesindaco di Valle di Maddaloni ha dimostrato davanti a tutta l’Italia il loro modo illegale di gestire il comune. Si parla di difendere i valori della LEGALITA’!!!!! Ma I NOSTRI POLITICI CHE FANNO? E in che maniera sono intervenuti in questa vicenda a difesa della legalità e dei diritti della povera Signora Iannone licenziata ingiustamente per malattia? LA POLITICA E’ SERVIZIO, LA CARICA POLITICA NON è UN ARRIVO MA UNA PARTENZA!!! IL 21.12.07 ALLE ORE 21 Linda Iannone é  STATA IN DIRETTA 35 MINUTI. ALLA FINE L’ESPERTO DELLA RAI HA DETTO che LA SIGNORA IANNONE HA RAGIONE E NON HA APPROFITTATO DEL SUO STATO DI MALATTIA, e anzi, PER CAUSA DI SERVIZIO POTEVA FARE ALTRI 18 MESI.La Signora Iannone VUOLE ANDARE A LAVORARE. CHI HA DIMOSTRATO “TRACOTANZA” é stato IL DATORE DI LAVORO.  ANCORA PIù GRAVE é la colpa se chi a commetterla é stato un’ente ed un’ AMMINISTRAZIONE PUBBLICA!!! La Iannone durante la trasmissione ha dichiarato che non si sarebbe mai arresa per difendere e quindi far prevalere i valori della Legalità.La Signora Iannone inoltre é molto impegnata anche nel campo del volontariato e della solidarietà. Ella infatti é VOLONTARIA dell’ Ass. per la difesa dell’infanzia: “SAVE THE CHILDREN” . Durante la diretta Rai, la signora Iannone ha parlato a favore di questa associazione, facendo vedere l’immagine che fa da slogan: “l’istruzione combatte la guerra”, cioé una pistola dalla cui canna al posto di un colpo di fuoco si vede uscire una matita, con a seguire la Campagna” Riscriviamo il Futuro” per i bambini nei paesi di conflitto e post-conflitto”.

-Segue Commento da parte della redazione del portale: “Esprimiamo alla Signora Iannone tutta la nostra solidarietà in questa triste ed incredibile vicenda, e, le auguriamo di vero cuore che il nuovo anno possa restituirle serenità e lavoro sicuro. Verso l’ente colpevole di oltraggio perpetrato ai danni di una donna, esprimiamo ferma condanna e invitiamo lo stesso a ravvedersi e a dare buon esempio di civiltà, aprendo così uno spiraglio di luce, affinchè sia dall’una( parte lesa) che dall’altra parte( parte colpevole) si possa ritrovare un accordo e lasciare così prevalere il vero valore della Legalità che significa: pari opportunità, rispetto per la dignità del prossimo e rispetto per la vita umana. Questo é l’augurio che lanciamo e che speriamo si possa vivamente realizzare attraverso gesti concreti e reali, nell’anno nuovo ormai alle porte, anno di Speranza, di rinascita, di liberazione e di Pace”.

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”