Alife(Ce)– Mai il Parlamento è stato insultato e letteralmente preso in giro da un premier come oggi. Ieri il Guardasigilli aveva denunciato in aula l’azione di una ”cricca di magistrati”, poi è stato incriminato, poi gli arresti sono saliti a trenta e soprattutto -questo è il vero punto- si è saputo che la magistratura inquirente ha giudicato che un intero partito di governo, l’Udeur, è una ”associazione criminale”. Chiaro? L’Udeur secondo l’ineffabile procuratore Maffei è una banda di criminali. Robetta, normale amministrazione per l’ineffabile Prodi che oggi è andato davanti alle Camere e non ha detto niente, assolutamente niente a proposito di questa drammatica crisi che è con tutta evidenza non solo gravissima, ma strutturale. Otto paginette striminzite di cronaca e poi la presa in giro con la promessa di un suo interim alla Giustizia molto breve, giusto il tempo necessario alla magistratura per permettere a Mastella di ritornare al suo posto. Questo, in un paese in cui un eventuale proscioglimento di un inquisito (e ancora più di una trentina di arrestati, tra cui la moglie di Mastella motivazione delle dimissioni), quando è rapido è di 18 mesi. Un interim eterno, dunque. Il senso di putrefazione, di dissolvimento di questo governo getta discredito sulle istituzioni e trascina sempre di più in un gorgo il centrosinistra. Ma nessuno ferma Prodi. Non certo D’Alema, che lo sostiene con feroce determinazione, non Veltroni, che lo subisce e non prende un’iniziativa che sia una, non Rutelli, non Marini.Muoia Sanson-Prodi con tutti i filistei! Questo è l’unico programma del governo Prodi. Incredibile! e in tutto questo  IL PRESIDENTE NAPOLITANO, CHE FA?(Comunicato inviato da Vincenzo Santagata, ex consigliere provinciale FI)

Pubblicato da red. prov. Alto Casertano-Matesino & d