Napoli– I segnali di degrado ed i sintomi di disgregazione nella nostra città ormai abbondano. Mario Costagliola, consigliere della IV Municipalità di Napoli, Raffaele Picardi e Mike Bove, attivamente impegnati nel sociale , segnalano l’ennesimo scempio alla nostra identità civica, per lo stato vergognoso in cui versano le Mura greche a piazza Bellini, a causa degli atti di vandalismo di chi non ha, evidentemente, amore per i luoghi in cui vive e della colpevole incuria delle Amministrazioni civiche, in primis il Comune di Napoli, che non manca occasione di dimostrare di essere un’istituzione “vuota”. “E’ incredibile – ha dichiarato Mario Costagliola – la latitanza del Comune che di fronte ai continui vandalismi del nostro patrimonio storico e culturale non dà segni di reazione, lasciando i Cittadini soli di fronte al crescente degrado”. E Mike Bove aggiunge: ” Il danno economico inferto alla nostra città sia nel settore turistico che in quello immobiliare è rilevantissimo e pone la condizione di una richiesta di danni nei confronti dei responsabili. Ma non è una semplice protesta, tantomeno una dichiarazione “disperata” resa allo stato delle cose, quella di Costagliola, Bove e Picardi ” Bisogna chiamare a raccolta- dice infatti Raffaele Picardi- le forze vive che non si rassegnano, gli Studenti, le Associazioni di impegno civico, le rappresentanze professionali ed i Consiglieri di Municipalità, che nella difesa e nella valorozzazione del territorio possono trovare un’occasione per svolgere un ruolo costruttivo del Bene Comune”. E la loro proposta esemplare consiste in un’azione di solidarietà civica che sarà realizzata alle ore 10 Febbraio 2008 in assenza dell’intervento del Comune. Essi hanno già convocato, in collaborazione con una rete di associazioni, da Le Voci di dentro a Ambiente e Solidarietà, da Progetto Pianura a Nostra Alma Latina, da Humana Civitas a Rodari Club, con le prime adesioni di Scuole, come la Scuola Gabelli la Scuola Mastriani e di Esponenti della società Civile, come il Presidente del Consiglio d’istituto della Sant’Alfonso Maria dei Liguori, un Presidio civico che provvederà a ripulire le Mura greche dall’immondizia che le seppellisce e si attiveranno per chiedere agli Studenti dell’Accademia di Belle Arti e delle altre Scuole del quartiere di “adottare” la piazza Bellini ed i suoi monumenti svolgendo un’iniziativa continua di animazione e valorizzazione dei luoghi e di promozione di un patrimonio architettonico e storico di primaria importanza. Una LEVA di CIVILTA’ e IMPEGNO, un segnale che la Città ed i Suoi Giovani non si rassegnano, ma si propongono come Soggetti attivi di un CAMBIAMENTO che non è più rinviabile. (Comunicato inviato dal dott. Mario Costagliola)
Pubblicatod a red. prov. Alto Casertano-Matesino & d

Annunci