“PRONTI A COLLABORARE MA CONFERMI GLI INVESTIMENTI Caserta– “A Zigon così come a tutti gli industriali che hanno avuto in questi anni il coraggio di promuovere iniziative imprenditoriali sul territorio della nostra provincia e che forse non sono stati aiutati a farlo né da condizioni ambientali favorevoli né da una burocrazia lenta e incapace di dare risposte piene, chiedo di non cedere il passo di fronte alle difficoltà e di insistere piuttosto sulla strada degli investimenti”. Lo dice sul suo blog il presidente della Provincia, Sandro De Franciscis, commentando il comprensibile scoramento dell’imprenditore Marco Zigon (nella foto a sx) la cui azienda di Pignataro Maggiore è stata al centro di una drammatica rapina due notti fa.   “Dopo quanto accaduto – sostiene De Franciscis – Zigon ha detto di non essere più certo di restare, di non essere più sicuro di voler continuare ad investire in Campania. Le sue parole, velate da una comprensibile amarezza, mi hanno colpito molto”. All’industriale De Franciscis chiede invece di rimanere e dice di farlo “umilmente, pur davanti ad oggettive difficoltà che le imprese ancora incontrano, per provare ad invertire con noi istituzioni e con l’aiuto della gente perbene di questa provincia, che è poi la stragrande maggioranza, una rotta che diversamente vedrebbe queste aree condannate ad una perenne arretratezza economica e sociale. Gli annunci di disimpegno – argomenta De Franciscis – sono un segnale assai dannoso per il nostro territorio e rischiano di alimentare quella corrente di pensiero, già così frequente nel nostro Paese, che i problemi sono di chi li tiene”. “Come istituzione e per quanto di nostra competenza – conclude il presidente della Provincia – a Zigon e agli industriali che operano nelle nostre aree ribadisco la vicinanza e rinnovo la disponibilità a collaborare perché le loro imprese trovino invece, attraverso il completamento di opere di urbanizzazione e dei sistemi infrastrutturali, condizioni più favorevoli per operare e consolidarsi. Mi auguro, nel contempo, che analoghi sforzi vengano compiuti dal coordinamento delle Forze dell’ordine per un maggiore presidio delle aree di insediamento produttive che restano il cuore pulsante dell’economia del territorio”.(Comunicato da portavoce Presidente ufficio stampa provincia di Caserta)
Pubblicato da red. prov. Alto Casertano-Matesino & d

Pubblicità