PIEDIMONTE MATESE (Ce)- (di Nicola Iannitti) La 2° edizione della “Stracittadina Piedimontese“( foto: cliccare sopra ogni singola immagine per ingrandire), organizzata anche quest’anno egregiamente dalla Polisportiva Giovanile Salesiana diretta da Francesco Siciliano, ha superato il successo della precedente edizione per numero di partecipanti, autorità presenti, folla plaudente e ricchi premi in palio.  Propiziata da una radiosa giornata di sole, che ha invogliato migliaia di cittadini a scendere sulle piazze e vie attraversate dalla carovana multicolore dei podisti, la corsa  ha vissuto grandi momenti di aggregazione e suggestivi scenari di angoli nascosti. Ottima l’organizzazione tecnica curata dallo staff di Matese Running e della Pugilistica Matesina che hanno presidiato l’intero percorso per la rilevazione dei passaggi  e l’arrivo degli atleti in gara. Attento e preciso il maestro Geppino Corbo ad annotare il numero dei concorrenti all’arrivo. annunciati dalla voce stentorea dello speaker Roberto Sperandio. Il compito di elaborare   le varie graduatorie è stato svolto egregiamente dal segretario di Matese Running Antonio  Starita.  Da sottolineare il grande lavoro svolto dai  rappresentanti della Polisportiva Giovanile Salesiana presieduta da  Francesco Siciliano coadiuvato dal vice presidente  Aniello Limongelli , Paolo Lutri, Adriano Zazzarino, Pietro Di Giovanni, Salvatore Borrozzino  e tanti altri che hanno sudato le proverbiali sette camicie perchè  l’evento riuscisse alla perfezione. A loro il plauso ed il ringraziamento per aver saputo offrire  all’intera cittadinanza una giornata piena di allegria e di colore. Folla festante alla partenza, dopo il saluto del sindaco Vincenzo Cappello e le parole di augurio del vescovo mons. Pietro Farina, starter d’eccezione della  manifestazione sportiva. Sul podio a premiare gli atleti vincitori  la quasi miss Italia e miss eleganza Angela Florio con i rappresentanti dell’amministrazione comunale Benny Iannitti, Costantino Leuci , Fernando Catarcio e il direttore dell’Opera salesiana don Carmine del Vecchio che ha aperto la lunga serie delle premiazioni.  Da sottolineare la presenza del nutrito gruppo di Podisti che hanno partecipato alla Marathona di New York, i maratoneti del  Matese Running e il civettuolo gruppo di infermieri e infermiere targate U.T.I.C. guidate dal caposala Lorenzo Applauso.  Questi i vincitori assoluti della II edizione della Stracittadina Piedimontese: Salvatore Costa, Aversa,  Antonio Cacciapuoti, Aversa, Salvatore De Cristofano, Alife;  Raffaella Gemma, Marcianise, Anna Fetta e Chiara Caprarelli, Piedimonte Matese. Questi i primi tre premiati delle altre categorie:  cat. F 10  Cristiana Cusano, Anna Maria Damiano, Ilaria Moscatiello; F.11, Valentina Zannino Francesca Riccio e Silvia Proia;  F. 15 Eliana Sollo, Rossella Marro e Giusy Riccio;  F. 19 Lucia Ferraro, Alessandra Casertano e Valeria Di Virgilio; F. 30 Carmela Fragola (S. Potito), Filomena D’Allestro e Lucia Leonetti (Piedimonte Matese); F 45 Anna Vetere, Mirella de Stefano e Rita Salvi. I concorrenti maschili: M. 10 GianLuigi Leonetti, Francesco Leonetti e Gianmarco Riccio;  M. 11 Alessio Di Caprio (Alife), Giovanni Simeone e Roberto Pascarella; M. 15 Giuliano Basile(Marcianise),Emilio Pascale (S. Potito Sannitico), Andrea Langellotti; M. 19 Danilo De Cristofaro ( Alife ), Luigi Ricci e Lorenzo Scappaticcio;  M. 30 Pietro Sasso ( Alife ), Francesco Pavone e Tommaso Contenti; M. 40 Pasquale Sasso ( Alife ), Domenico Leonetti ( Piedimonte Matese ) e Domenico Iannotta ( Capua ); M. 50 Domenico Principe, Ettore Golvelli ( S. Potito Sannitico ) e Mario Gemma ( Marcianise ); per la categoria M 60 e oltre premiato Marcellino Seccia di Piedimonte Matese. Ricchi premi per tutti dal cappellino al cestino di ristoro, dal the alla frutta fresca offerti da tre gentili signore all’arrivo di ogni concorrente La manifestazione si è chiusa con un caldo arrivederci alla III edizione che, secondo le indicazione di Antonio Starita, dovrebbe svolgersi su due piani diversi: uno per i ragazzi ,con un percorso di cinque chilometri e l’altro per amatori sui 10. (Articolo a cura del giornalista matesino Nicola Iannitti)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”