Caiazzo(Ce)-Desidero fare una premessa, sono una professionista che da anni gira l’Italia e l’Europa per lavoro, mi definisco cittadina del mondo, in realtà sono nata a Milano, Milanese di settima generazione, non ho mai fatto differenze tra Nord e Sud, per me l’Italia è unica e bellissima. Dunque, ho vissunto un intero anno a Caiazzo, una cittadina in provincia di Caserta, il luogo è bellissimo, nel verde delle colline del medio Volturno,ma credo che sia il paese dalla mentalità piu’ menefreghista che io abbia mai visto, ora vi spiego. Cominciamo dal fatto che ho affittato un piccolissimo appartamentino e la proprietaria mi ha taglieggiato con l’affitto e non ha voluto neppure dichiarare il canone, purtroppo causa necessità ho dovuto sottostare al ricatto, proseguo col dire che è un paese sporco, i cari operai netturbini o operatori ecologigi che dir si voglia, sono dei veri e propri scansafatiche, i quali non solo raccolgono solo la metà dei rifiuti, ma se gli è possibile la imboscano, visto con i miei occhi. Ma i Caiatini non sono meglio, buttano il sacchetto dei rifiuti ovunque, tranne che nell’apposito contenitore, non hanno educazione civica, buttano di notte vecchi elettrodomestici, mobilio, tutto ciò che potrebbero civilmente portare all’isola ecologica, invece di depositarli in qualche anfratto buio. Parliamo dei negozianti, tutti, ripeto tutti i prodotti alimentari, frutta e verdura, sono carissimi, piu’ cari che a Milano o a Roma e questo non non si fa, i parcheggi? Sono pochi, ma ci sono, solo che i Caiatini desiderano parcheggiare dove pare a loro, ovunque è vietato. Baccano, motorini che scorazzano a tutte le ore del giorno e della notte, con marmitte modificate, senza casco, in due su motorini cilindrata cinquanta e nessuno vede. Assistenzialismo, sono tante le famiglie che lavorano in nero e percepiscono assegni del reddito minimo di cittadinanza, il Comune sa, ma non interviene, tutti i muratori che ho potuto vedere e con cui ho parlato, non sono tutelati, niente protezioni, niente caschi, lavorano in nero, tutti sanno, ma nessuno interviene. Parliamo degli idraulici, elettricisti, antennisti, non rilasciano mai, ripeto mai fattura, o se la fanno, è la metà del prezzo che hai pagato. Potrei continuare e ne potrei raccontare delle belle, ma preferisco concludere col dire, le Istituzioni, tipo il Comune, piu’ controllo, ma molto di piu’, per quanto riguarda i singoli cittadini, piu’ civiltà, ma molto di piu’. Oggi io partirò, porterò con me un ricordo pessimo di questa cittadina, ne parlerò malissimo e soprattutto non ci rimetterò piu’ piede, sapete la cosa che mi fa piu’ rabbia? E’ il fatto che Caiazzo è un posto splendido, ma li Istituzioni locali e i singoli cittadini NON SE LA MERITANO. (Di una cittadina del mondo, lettrice del nostro portale che si frma con lo pseudonimo: BELLITALIA)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”