Solenne cerimonia il 26 aprile, all’aeroporto militare, col raduno delle Tigri al comandante del 21° Gruppo, D’Antonio,  il presidente della Provincia, De Franciscis, e il sindaco di Grazzanise, Parente.

Grazzanise(CE)-(di Raffaele Raimondo) “Memorabile giornata, quella del 26 aprile, presso l’aeroporto militare di Grazzanise per lo straordinario Raduno delle Tigri convocato nella lieta ricorrenza del 90° anniversario (1918-2008) del 21° Gruppo. “Ad hostes rugens” (verso il nemico ruggendo): questo lo storico motto del Reparto il cui stemma raffigura appunto una tigre ruggente, la stessa che è tornata, fierissima, nel logo ufficiale della manifestazione odierna tutta dedicata al 21° Gruppo che attualmente ha in dotazione gli efficienti elicotteri AB 212 ed è comandato dal maggiore Fulvio D’Antonio. L’atteso appuntamento dei radunisti e dei loro familiari stamane, alle ore 10, in concomitanza con l’arrivo delle autorità militari e civili: in prima fila il generale Mainini dell’Arma Azzurra, il presidente della Provincia, De Franciscis, ed il sindaco Parente e l’assessore Raimondo del Comune di Grazzanise che ha patrocinato la bella manifestazione. Dopo il toccante rito iniziale dell’Alzabandiera e la deposizione di una corona d’alloro innanzi all’appena scoperto monumento ai caduti del 21° gruppo realizzato per l’occasione dal 1° maresciallo-scultore talentino Antonio Verardi, il comandante del 9° Stormo “F.Baracca”, colonnello pilota Roberto De Micco, ha tenuto un discorso rievocativo di grande valore militare e civile: fra l’altro, egli ha messo giustamente in rilievo i meriti oggettivi e la rapidità organizzativa del 21° Gruppo, ricordando in particolare le sue brillanti operazioni anche fuori dei confini nazionali a protezione delle Forze Nato, in Bosnia e in Kosovo, e dal 1° marzo 2006, uscito dalla posizione-quadro, nei cieli di Grazzanise che il Gruppo delle ruggenti Tigri ha lasciato, in due fasi, per svolgere, con palpabile successo, delicate missioni in Afghanistan. Tutti gli ospiti sono stati poi invitati a visitare la storica mostra video-fotografica allestita negli shelter n. 4 e n. 5. A mezzogiorno in punto ha avuto inizio una spettacolare dimostrazione in volo di operazioni Csar (Centro soccorso aereo e ricognizione). Tutti col naso all’insù ad ammirare i potenti elicotteri in azione ed il lancio di paracadutisti recanti fra le mani la gloriosa bandiera del 21 Gruppo. Non è mancato, a siglare ulteriormente l’evento, l’annullo speciale a cura di Poste Italiane: una chicca per i collezionisti, atteso che il numero delle cartoline stampate è stato limitato a 500 copie”.(Articolo del giornalista Raffaele Raimondo) * (Cliccare su ogni singola foto per ingrandire immagine)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”