I nuovi profeti di Pace del tempo stravolgono le regole e usano i talenti loro affidati a servizio del bene comune e della Pace

Agnese Ginocchio nell’ambito del Meeting di didattica della Musica dedicato alla “Pacem in Terris

Monopoli(Bari)- Quest’anno il Conservatorio di Musica “Nino Rota” di Monopoli(Bari) diretto dal maestro Gianpaolo Schiavo, nell’ambito del 4° Meeting di didattica della musica dedicato alla: “Pacem in terris Musica, intercultura e pace tra i popoli del Mediterraneo, ha aperto le porte alla pace impegnata e ha ospitato la testimonial della Pace casertana ( nativa di Alife) Agnese Ginocchio, artista partenopea insignita del titolo di cantautrice ed Ambasciatrice internazionale per la Pace. L’evento partito il 28 e terminato il giorno 31 si é concluso proprio con l’intervento in musica e parole della cantautrice per la Pace Agnese Ginocchio, che ha spiegato, attraverso un’intervista realizzata dal valevole musicista Francesco Coppola (nella foto con Agnese) con ilquale ha anche duettato in alcuni brani, a docenti ed allievi del conservatorio la sua esperienza ed il suo impegno di artista e di donna nel campo sociale e civile per la difesa della cultura della Pace, della legalità, dei diritti e dell’ambiente. Agnese Ginocchio ha fatto ascoltare dal vivo qualche suo brano d’impegno per la Pace duettando insieme al giovane musicista di sassofono Francesco Coppola e ha presentato il suo ultimo progetto video-canzone sul tema dei Diritti Umani(vedi quì), dedicato al 60° anniversario della dichiarazione dei diritti umani che ricorre proprio quest’anno. “Scopo del meeting di didattica della musica, biennio di secondo livello – ha spiegato il coordinatore del programma prof. Galliano Ciliberti -é finalizzato alla formazione di docenti nella classe di consorso di educazione musicale e di strumento musicale. Abbiamo ricordato anche la nascita di Olivier Messiaen nel centenario della scomparsa(1908-2008). Il nostro conservatorio é stato molto attento alle parole e all’ insegnamento dell’artista ed ambasciatrice di Pace Agnese Ginocchio, simbolo della difesa dei diritti, voce contro tutte le guerre e le ingiustizie, artista che ha fatto della Pace il suo impegno e la sua scelta di vita. La musica –  ha continuato a spiegare il musicista Francesco Coppola durante l’intervista con Agnese- come ribadito più volte dalla Ginocchio, é vera ed é completa solo quando sa essere musica ‘di’ e ‘a’ servizio della Pace, dei diritti e del bene comune. La musica, quando viene usata come strumento e veicolo di bene é un elemento fondamentale che può essere in grado di cambiare il cuore dell’uomo, come le sorti del mondo. A nulla serve cantare, suonare insegnare, se non si é in grado di associare e quindi di unire a questo talento l’essenza, ovvero l’anima, cioé quella forza necessaria che nasce solo attraverso l’impegno ed il movimento, per questo diventa necessario dare l’ esempio in prima persona. Un ruolo molto difficile- ha ammesso il musicista Coppola-cui non tutti e forse solo pochissimi sono in grado di pensarla così. Di Agnese Ginocchio ce ne sono appunto poche, ecco perché il nostro Conservatorio Nino Rota ha voluto fare un passo avanti, aggiornarsi con le urgenze del tempo ed aprire appunto le porte alla Pace fatta non sol di belle parole, discorsi e musiche, ma a quella Pace realizzata soprattutto con fatti e azioni concrete. Agnese Ginocchio ci ha dato l’occasione di riflettere su importanti argomenti che spesso, per chi come noi é sempre più preso nel vortice della carriera artistica e dalla commercializzazione della musica, si perdono di vista e cosa ancora più grave si dimenticano del tutto”. Alle risposte di Agnese che hano seguito le domande poste dal musicista Coppola non sono mancate domande e curiosità rivolte a questa grande artista e Donna di Pace da parte dei musicisti e dei docenti presenti alla manifestazione, in merito alle quali poter ricevere lume e migliori indicazioni sull’essenza del discernerimento e del fare vera musica. ‘Non chi dice Signore Signore erediterà il regno dei cieli, ma colui che fà la volontà del Padre mio, ci ricorda il buon maetro che ci ha insegnato l’arte della Pace...’ Siamo stati onorati di ospitare questa grande Donna, Artista e Testimonial di Pace. Tutti noi che l’abbiamo ascoltata – ha concluso il musicista Francesco Coppola- siamo stati travolti come da un grande fuoco che ci ha trasmesso, una carica emanata direttamente dal suo cuore (risultato di chi vive in prima persona un ideale) di donna impegnata, mentre ci parlava della sua esperienza. Voce profetica di questo tempo” . Si ricorda che il Comitato scientifico dell’organizzazione del Meeting é stato costituito da: Roberto Beccaceci, Filippo Maria Bressan, Galliano Ciliberti, Gianmarco Renzi, Grazia Sebastiani . Coordinamento organizzativo a cura di Giuseppe Castellaneta. Il Meeting di didattica della musica é stato patrocinato da: Ministero dell’Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica. Con il riconoscimento scientifico dell’associazione culturale “Il saggiatore musicale- gruppo per l’educazione musicale” Saggem. Per leggere l’intero programma collegarsi al sito del conservatorio Nino Rota di Monopoli ( http://www.conservatoriodimonopoli.org/avvisi/Programma%20Meeting%20IV.pdf  ) (Fonte Comunicato stampa da redazione cultura matesina)

Note- Didascalia foto: Agnese Ginocchio e il musicista sassofosista Francesco Coppola del Conservatorio Nino Rota di Monopoli. Autore: Andrea Pioltini, fotoreporter

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Annunci