Gallo Matese(Ce)- Otto agenti con due macchine delle Fiamme gialle si recano al Comune retto dal sindaco Francesco Confreda: per effettuare controlli sul personale o per i lavori del cimitero, dove in un secondo momento pare si siano recati? Dubbio ingenerato anche dalle indiscrezioni che sarebbero trapelate da un incontro informale con l’assessore Trudo, che si sarebbe lasciato scappare di aver portato proprio lui il fascicolo in Procura. Anche perché pare che i dipendenti comunali fossero tutti al loro posto, tranne alcuni assenti giustificati. Un blitz nato forse dalla polemica nata in seno al consiglio comunale in merito ai loculi del cimitero. Tempo fa infatti si era provveduto a diffondere un avviso, nel quale si assicurava l’ultimazione dei lavori,  di completamento e di ampliamento del cimitero comunale, opera in cui  la precedente consiliatura aveva destinato circa 600.000 euro. Le opere che prevedevano la costruzione di numerosi loculi cimiteriali, dovevano essere ultimate entro aprile, per poi consentire l’assegnazione dei loculi entro maggio. Contestualmente il Comune ha provveduto a pubblicizzare per l’ennesima volta il listino dei prezzi dei loculi, ossari e terreni edificabili. Molti i cittadini che si erano assicurati l’assegnazione dei loculi con il pagamento dell’acconto. Non si conoscono ancora le reali motivazioni, ma dopo l’affissione dell’avviso nulla si é mosso nell’area cimiteriale, neppure le maestranze si sono presentate sul posto, caduti i cartelli con le indicazioni dei responsabili dell’appalto, con ciò impedendo il completamento e l’assegnazione delle dimore eterne. (Fonte: Agenzia TeleradioNews)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”