Parrinello il 2 da sx. Al centro Molitierno e tutti gli atleti con istituzioni provinciali

ALIFE(Ce) – (di Nunzio De Pinto) Sugli oltre trecento atleti che fanno parte della comitiva azzurra che dal 6 al 27 agosto prossimo parteciperanno ai Giochi Olimpici di Pechino, 6 provengono dalla provincia di Caserta. È una percentuale molto alta che pone Terra di Lavoro al 16° posto delle classifica delle province che forniscono il più alto numero di atleti alla nazionale olimpica italiana. Fra questi c’è il pugile alifano Jahin Vittorio PARRINELLO, atleta in forza al Centro Sportivo dell’Esercito Italiano, che già fa sognare i numerosi suoi fan e l’intero mondo del pugilato italiano, visto che dal pugilato potrebbero venire diverse medaglie, arbitri permettendo. Mercoledì scorso, presso l’aula consiliare dell’Amministrazione provinciale di Caserta, il Presidente On. Alessandro De Franciscis e Michele De Simone, Presidente provinciale del Coni, hanno organizzato una festa per gli olimpionici casertani. Nel corso della festa, De Franciscis ha consegnato ai sei atleti (cinque in gara alle Olimpiadi ed uno impegnato nella Paralimpici che si terranno a settembre, sempre a Pechino) un assegno di 3.000 euro quale “Borsa di sostegno sportivo“. Gli atleti casertani, in gara a Pechino nell’agosto 2008 sono cinque, e cioè Fabio Bencivenga di Curti per la pallanuoto, Ennio Falco di Capua per il tiro a volo, Vittorio Parrinello nato a Piedimonte Matese e residente ad Alife per il pugilato, Clemente Russo di Marcianise per il pugilato, Domenico Valentino di Marcianise per il pugilato. Ma la novità di Caserta a Pechino 2008 è la presenza di un atleta ai Giochi Paralimpici, che seguiranno nella seconda settimana di settembre quelli Olimpici. Si tratta di Nicola Molitierno di Aversa, portacolori del Gs Tennistavolo Caserta, che ha guadagnato l’ammissione nella rappresentativa azzurra a Pechino per la disciplina del tennis tavolo in carrozzina. E in aggiunta ai sei atleti qualificati per Pechino da evidenziare anche la partecipazione di un ufficiale di gara, designato appunto per le Paralimpiadi: il giudice arbitro internazionale di tennis Giuseppe De Pasquale di Sant’Angelo in Formis. “La delegazione di atleti che partecipa ai Giochi Olimpici di Pechino” – ha sottolineato il presidente della Provincia Sandro de Franciscis nel corso della cerimonia – “testimonia il prestigio dello sport casertano ed i livelli di eccellenza raggiunti nelle attività, portate avanti con passione e impegno sul nostro territorio. Come Provincia abbiamo, pertanto, deciso, di sostenere con orgoglio, d’intesa con il Coni, il talento dei nostri campioni, deliberando in Giunta l’assegnazione di borse di sostegno sportivo ai sei casertani qualificatisi per le Olimpiadi”. Il Presidente del Coni Michele De Simone ha incede voluto ringraziare “La Provincia per la particolare sensibilità nei confronti dei massimi esponenti dello sport casertano. Quella adottata a Caserta è una delle poche iniziative in Italia e conferma come Terra di Lavoro consideri lo sport, tradizionalmente vincente, come veicolo positivo di immagine e di promozione socio-culturale di una comunità per altri aspetti, purtroppo, più penalizzata come nelle graduatorie di rendimento economico. “A Vittorio Parrinello da tutta la redazione del portale Alto Casertano-Matesino & d, da tutta la comunità alifana e matesina auguriamo di cuore di poter vedere realizzato il sogno di ogni atleta: quello di vincere la medaglia d’Oro alle Olimpiadi come accadde a Nino Benvenuti alla Olimpiadi del 1960″. (Articolo a cura del giornalista Nunzio De Pinto)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Pubblicità