SABATO 27 SETTEMBRE MANIFESTAZIONE NAZIONALE “JATEVENNE DAY” ORE 16.00 METRO DI CHIAIANO

Si è tenuta stamani la conferenza stampa del presidio dei Comitati contro la discarica di Chiaiano e Marano, della ‘Rete Campana Salute e Ambiente’ e l’amministrazione di Marano (che parteciperà compatta al corteo) sul Jatevenne Day, la manifestazione di sabato prossimo (alla manifestazione parteciperanno diversi comitati ambientalisti della Campania e spezzoni del movimentoambientalista nazionale).

Questi i punti emersi:

1) I comitati e la popolazione non riconoscono come democratica lamilitarizzazione del territorio per sottrarlo ai suoi abitanti e costruire una discarica assurda e pericolosa nel bel mezzo di un’areaad altissima densità abitativa (fra l’altro ultime notizie è cheBertolaso l’ha nominata discarica ‘regionale’…). Perciò al terminedel corteo di sabato chiederemo che, per il momento, almenouna delegazione di un centinaio di abitanti possa entrare nella cava esancire simbolicamente la sua restituzione a territorio della’repubblica’. In caso di risposta negativa procederemo versola cava semplicemente con i nostri corpi e la nostra volontà. Il corteo è e vuole essere assolutamente pacifico, anche se vuole tutelare sestesso dai rischi di azioni repressive e ingiustificate come quelle delmaggio scorso. Perciò l’unica cosa di cui disporremo sarannoprotezioni ‘esclusivamente’ difensive realizzate con creatività. Per il resto chiediamo semplicemente di camminare sulla nostra terra. Davantial corteo ci saranno i normali cittadini di Marano e CHiaiano. Il 27 per noi si apre la nuova fase della lotta a questa bomba ecologica.

2) Domani ci sarà una simulazione di uno degli effetti nefasti della discarica: oltre trenta Camion attraverseranno Chiaiano e Marano. Chiediamo alla stampa di presenziare per vedere questo aspetto dell’impatto urbanistico nel concreto. (Stiamo parlando di un quarto dei compattatori che dovrebbero passare, ma l’effetto sarà già spettacolare…)

3) Rifiutiamo la logica di corruzione morale e amministrativa rappresentata dalle compensazioni. Cee del resto non sono compensazioni ambientali (impossibili) ma nuova occasione di spesa, di spartizioni edi ferite sul territorio con l’immissione di nuovo cemento

4) Facciamo appello a tutti i napoletani ed i Campani a venire alla manifestazione. La lotta di CHiaiano infatti va letta nella battaglia più generale perla difesa della salute e della democrazia nella nostra regione.L’attuale piano rifiuti è un atto di criminalità economica eambientale, soprattutto dopo il decreto-legge di luglio, che sancisce norme speciali per la nostra terra in deroga a ogni tutela della salutee della trasparenza e disegna per la Campania un futuro da immondezzaio d’Italia, con oltre 10 discariche e 4 inceneritori. Discariche di tal quale e incenerimento non sono la soluzione ma il problema e servono solo ad arricchire il connubio di speculatori, burocrati ed ecomafie(come dimostramno le inchieste). Le alternative invece esistono, ma leistituzioni non vogliono realmente confrontarsi su questo. Per ragionidi business! Per info: 3281719299 (Antonio), 3683913247 (Pietro). Guarda il Promo della Manifestazione: http://it.youtube.com/watch?v=-HuHRCy6iCc.

Info: http://www.chiaianodiscarica.it/

Comitati contro la Discarica di Chiaiano e Marano, Rete Campana Salute e Ambiente

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”