Monteroduni(Is)- (di Michele  Visco) “Ecomuseo, un nuovo modello di sviluppo locale”. Interessante iniziativa promossa dalla presidenza della giunta regionale e dall’assessorato alla Cultura che si svolgerà nel centro della Valle del Volturno. In programma una due giorni di incontri e dibattiti. Interessante iniziativa in programma per giovedì 20 novembre e venerdì 21 a Monteroduni, presso il castello Pignatelli (nella foto), dove la presidenza della giunta regionale Molise e l’assessorato alla Cultura diretto da Sandro Arco hanno organizzato la conferenza programmatica denominata: “Ecomuseo, un nuovo modello di sviluppo locale”. In occasione di questo eventi di richiamo si svolgerà anche il secondo forum degli assessori alla cultura dell’intera regione Molise che rivestono cariche all’interno degli enti locali. La prima giornata, quella del 20 novembre, si aprirà con i saluto delle autorità tra cui il primo cittadino di Monteroduni Carmine Gonnella, il presidente della regione Michele Iorio, gli assessori Sandro Arco e Franco Giorgio Marinelli e Riccardo Tamburro, promotore della legge sugli ecomusei molisani. A seguire si tratterà il tema degl ecomusei nelle politiche di sviluppo ed il dibattito sarà curato proprio da Tamburro che si servirà della presenza di alcuni esperti in sala per cercare di entrare nel vivo del discorso e spiegare a tutti l’importanza di questo nuovo modo di concepire e comprendere il territorio. Nel pomeriggio importante tavola rotonda tra gran parte dei dirigenti delle regioni per il coordinamento nazionale ecomusei. La prima giornata dell’evento verrà conclusa da un concerto degli “Ecletnica Pagus” di Piero Ricci e da una cena conviviale. Venerdì 21 novembre si entrerà nel vivo della discussione. In mattinata, a partire dalle ore 9.30 interessante dibattito sullo sviluppo ed il riconoscimento degli ecomusei coordinato dall’assessore regionale alla Cultura Sandro Arco. Interverranno per l’occasione Paolo Mauriello (preside del corso di laurea in Beni culturali Università del Molise), Angela Di Niro ( soprintendenza per i beni archeologici del Molise) e Livia Di Sandro (Terredimezzo Università del Molise). Dopo la pausa pranzo i lavori ripartiranno con un tavolo di sintesi coordinato sempre da Sandro Arco alla presenza dei sindaci che intendono costituire gli ecomusei del Molise e alcune esperti di cultura in Molise. La due giorni si concluderà con la presentazione e sottoscrizione del documento programmatico elaborato dal coordinamento della regioni e con la visita presso le “Scuderie del Sole” a Fornelli (località Bivio). Un appuntamento che coinvolgerà molti amministratori locali, soprattutto della Valle del Volturno, che hanno intenzione di percorrere questo nuovo ed avvincente percorso. (Articolo a cura del giornalista di Valle del Volturno Michele Visco)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”