Argomeagnese-e-rappresentanti-studenti-ragioneria-pmnti trattati: l’Ambiente, la Pace e i Diritti umani, l’Acqua bene comune, Diritti delle donne e Pari opportunità…

Piedimonte Matese(Ce)- Presso l’Istituto tecnico commerciale ITC De Franchis retto dal dott. Dante Bellofiore, si é svolta alcuni giorni fa presso l’auditorium scolastico l’ assemblea studentesca promossa dai rappresentanti degli studenti: Paone Camillo, Ciallella Italo, Castaldo Francesco e Marina Monte (nella foto i primi due con Agnese  Ginocchio) con la partecipazione della cantautrice e Testimonial della Pace Agnese Ginocchio. Gli argomenti trattati dalla Testimonial della Pace sono stati quelli riguardanti  l’Ambiente, la Pace e i Diritti umani, quali: l’Acqua bene comune, ( da poco si era appena celebrata la giornata mondiale dell’ acqua) risorsa che a causa degli enormi sprechi e dell’uso improprio studenti-ragioneria-pm1che ne fa  l’ uomo si va sempre più esaurendo, con il rischio che si arriverà un giorno a fare le guerre per l’ Acqua, già considerata per le multinazionali che vorrebbero privatizzarla, il nuovo petrolio, ovvero l’oro blu. L’ appello che la testimonial della Pace ha rivolto ai giovani che rappresentano il futuro, un futuro così minacciato a causa dei tanti problemi in cui il mondo versa, é stato quello di non sottovalutare tutti i beni comuni che ci circondano ma di averne cura e quindi salvaguardarli come la nostra stessa vita. Quindi cercare di adottare uno stile di vita più equo, sobrio e solidale.  Restituire il mondo, l’ambiente ed i beni comuni che ci sono stati affidati in custodia così come li abbiamo conosciuti e cioé integri. Per questo occorre focalizzare  una delle maggiori cause di spreco di acqua e di inquinamento dell’acqua- ha continuato l’ Ambasciatrice dlella Pace- sulle nostre cattive abitudini alimentari.  Per esempio un kg di manzo richiede tanta acqua quanta ne serve per farsi la doccia ogni giorno per un anno intero.  E se per pranzo ordiniamo un hamburger da 150 grammi, dobbiamo sapere che per produrlo sono stati utilizzati 2.400 litri d’acqua ( l’ acqua  che  serve per irrigare i campi che producono gli alimenti per sfamare e dissetare un bovino…etc..).  I ragazzi dell’ ITC De Franchis  forse  completamente disorientati o scossi per l’insolito argomento trattato, hanno ascoltato senza battere ciglio, tant’é che non sono riusciti a porgere neanche qualche domanda in merito all’argomento. Forse perché non se ne parla abbastanza nelle scuole. Ma la testimonial della Pace Agnese Ginocchio non si é arresa e prima di terminare il suo intervento, su suggerimento di un rappresentante degli studenti ha trattato un’altro argomento alquanto delicato che riguarda in particolare: la violenza contro le donne e le pari opportunità, in particolare evidenziando la situazione delle donne in Afghanistan costrette a nascondersi con il burqua, quella specie di tunica sibolo della sottomissione,  che le copre completamente. In Afghanistan i diritti e le pari opportunità della donne ancora non sono stati raggiunti. Molte di loro subiscono violenza dagli stessi mariti. Considerate oggetto di scandalo, di concupiscenza e di vergogna ecco perché sono costrette a coprirsi con il burqua.  Vi è una cultura  assurda, razzista e maschilista, nel contempo sono nati molti movimenti di donne che si battono per la difesa dei diritti e delle pari opportunità. In occidente  invece accade esattamente il contrario. Molte volte- ha ricordato Agnese- siamo anche noi provocatrici degli uomini a causa dei nostri atteggiamenti, forse troppo spinti. Eppure basterebbe comportarci bene, con misura ed equilibrio,  cercare di usare sempre lo stesso atteggiamento cordiale e disponibile verso tutti, ovviamente facendo attenzione e guardandoci sempre alle spalle, per evitare che si verifichino fenomeni di violenza. Ma tutto dipende dallo stile di vita, dall’ esempio che riusciamo a dare e dalle nostre scelte… Insomma una giornata carica, “ma non voglio più appesantirvi” – aveva sottolineato la testimonial della Pace- “perché mi rendo conto che parlare di impegno e di scelte di vita é argomento piuttosto insolito. Vi lascio ringraziandovi per l’invito pervenutomi attraverso i vostri rappresentanti, ringrazio il prof. Antonio Santo, vostro referente, quì presente all’ assemblea e ringrazio tutti voi che avete avuto ‘pazienza’ ad ascoltarmi, lo so, mi rendo contro non é facile sentire parlare di queste cose. Grazie a tutti voi e Auguri perché possiate far emergere in voi la vita, la speranza e costruire con il vostro impegno la Pace di cui il mondo, il futuro, ma soprattutto i giovani ne ha tanto bisogno”. Nel congedarsi Agnese Ginocchio ha riproposto il suo video-canzone dal titolo: “Tutti i diritti umani di tutti gli uomini”(leggi), al termine del quale é seguito un fortissimo applauso da parte dell’intera platea studentesca. “Almeno siamo riusciti a farli sbloccare con la musica d’impegno per la Pace …”- ha riferito Agnese al prof. Santo in segno di battuta- . Molto intensa la giornata. Al termine, alcuni gruppi di giovani studenti si sono avvicinati in disparte ad Agnese ringraziandola per le sue parole e si sono intrattenuti ad ascoltare ancora la testimonial della Pace che si trovava del corridoio adiacente all’auditorium a dialogare con un giovane studente molto sensibile:  “Simone” originario di Alife.(Comunicato da red. cultura matesina)

Leggi argomento correlato su Acqua:

Leggi e ascolta il: ” Canto per l’Acqua( contro la privatizzazione)”

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Annunci