raduno-auto-depoca-e-zoo-safari-182Mariglianella(Na)- (di Anita Capasso) Grande successo, a Mariglianella, del primo raduno di auto e moto storiche organizzato della Donneuropee Fc e dal laboratorio artistico culturale don Carlo Carafa nell’ambito delle iniziative per la promozione del Premio Internazionale Gallo d’Oro. Il trofeo don Carlo Carafa batte anche il maltempo: ad aggiudicarsi il premio, consegnato dalla giornalista Anita Capasso, è raduno-auto-depoca-e-zoo-safari-243stato il club Ams di Acerra. Domenica 10 maggio, dalle 9 alle 13, la festa continua in via Palermo con la prima fiera e mercatino del baratto e dell’usato per rilanciare i consumi. Per i più piccini laboratori artistici e di realizzazione delle famose bambole di pezza, le cosiddette Pigotte. L’appuntamento è in via Palermo. La grande kermesse è andata avanti per tutta la domenica con sfilata di auto e moto storiche per tutte le vie del paese e quelle della vicina comunità di Lausdomini. In testa al corteo, partito da via Palermo, c’era l’associazione nazionale carabinieri –protezione civile, coordinata da Nicola Cossentino, con l’organizzatore tecnico Mario Capasso e il sindaco Giovanni Russo a bordo dell’unità di strada che ha curato l’intero percorso. Al passaggio delle auto sono seguiti applausi scroscianti da parte della gente che si è affacciata ai balconi per accogliere gli automobilisti che hanno partecipato al raduno. Accoglienza calorosa anche da parte dei clienti del bar di via Roma, dove era stato previsto il punto ristoro per i partecipanti, che hanno ammirato le meravigliose auto d’epoca tra cui Giardinette, Topolino, seicento, 500, millecento e in esclusiva la bellissima vespa originale, resa mitica dal film Vacanze Romane. A ritirare il premio è stato Giuseppe Laudando:”Sono orgoglioso e contento di questo premio che ha sfidato anche la pioggia”. Domenica in piazza ci sarà anche un gazebo di sensibilizzazione contro gli infortuni Domestici nell’ambito del mamma day nazionale promosso dalle Federcasalinghe. (Articolo a cura ella giornalista dott.ssa Anita Capasso)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”