L’Associazione professionale cuochi italiani, delegazione Campania ha consegnato gagliardina e targa ricordo
  Castel Voilturno bis Agnese  p Pio 8
 
Alife(Ce)- Alla manifestazione religiosa molto attesa, dello scorso 16 Giugno 2009 a Castel Volturno(Ce) promossa dall’ associazione professionale cuochi italiani -campioni nazionali -delegazione CampaCastel Voilturno bis Agnese  p Pio 3nia presieduta da Antonio Del Sole e svoltasi presso il Ristorante la “Tortuga”di Castel Volturno é stata presente anche la Testimonial per la Pace Agnese Ginocchio,  intervenuta  insieme a molti ospiti illustri ed istituzioni civili- religiose e militari del territorio. L’evento di fede svoltosi in ricorrenza dell’ anniversario della canonizzazione di Padre Pio é culminato con l’inaugurazione e la benedizione della statua dell’amato Padre Pio da Pietrelcina. A presiedere l’intera cerimonia religiosa padre Marciano Morra da S. Giovanni RoCastel Voilturno bis Agnese e gruppo p Pio 1tondo, segretario generale dei gruppi di preghiera di s. Pio, confratello di padre Pio. Ha coordinato l’evento il direttore della rivista “P. Pio e il mondo contemporaneo”, dott. Gianni Mozzillo e il giornalista Mattia Branco addetto stampa dell’associazione professionale cuochi italiani delegazione Campania promotori dell’evento. Gli ospiti hanno portato una loro testimonianza sul tema della giornata.”Ogni uomo credente” – ha ricordato la Testimonial della Pace- ” non deve limitarsi ad essere solo spettatore ma protagonista in prima persona del cambiamento del nostro paese. Castel Castel Voilturno bis Agnese  p Pio Carlo De AVolturno e tutta Terra di lavoro” – ha incalzato l’Ambasciatrice della Pace- “non dev’essere più ricordata come ‘Terra di camorra’ ma deve trasformarsi in ‘Terra di Pace’. Questo é l’impegno di ognuno di noi a far sì questo grande progetto si realizzi mediante dando l’ esempio in prima persona. Questo é quello che oggi verrebbe a chiedere il Santo Pio da Pietrelcina“. A queste parole é seguito un sentito applauso da parte della platea dei fedeli. Agnese Ginocchio é stata  accompagnata  dal giovane e generoso amico del Movimento Carlo de Angelis, (nella foto 3 di gruppo in alto e nella foto 4 con la Statua di P. Pio inaugurata) responsabile diocesano dell’ Università Cattolica S. Cuore e dall’autorevole giornalista dott. Raffaele Raimondo, presidente dell ‘ass. Cocevest di Grazzanise. Tra gli ospiti convenuti si segnalano il: dott. Giulio Siena; Cav.Giovanni Ercolino, dr. Vincenzo Schiavone; dott. Vincenzo Pascucci; dott.Sandro Pisaniello; dott. Claudio Amelio, don Leo Iwanovicz, parroco polacco che da anni risiede in Italia (fu proprio Papa Giovanni Paolo II a volerlo in Italia) di Alvignano, responsabile della Campania dell’Apostolato mondiale di Fatima. La manifestazione é stata seguita mediaticamente da Stampa e TV. La Santa Messa e l’intera manifestazione é stata accompagnata dai componenti dell’ associazione musicale “vitale” diretta dal maestro Sabatino Cante che hanno eseguito canti classici e moderni. Una giornata molto intensa, dunque, con il Santo di San Giovanni Rotondo al centro delle preghiere dei fedeli. Alle varie manifestazioni ha sovraintenduto il parroco don Ernesto Branco. Agli ospiti sono state consegnate targhe e gagliardine ricordo da parte dell’ associazione professionale cuochi italiani delegazione Campania, composta da tutti campioni nazionali. Una magnifica giornata incorniciata. La popolazione di Castel Volturno in questa giornata si é distinta in maniera particolare facendo emergere gli aspetti positivi contrariamente a quello che media e giornali diffondono di continuo facendola passare per terra di camorra, invece non é così.Sullo sfondo di uno scenario stupendo, quello del litorale domitio unito a quello offerto dal ristorante la “Tortuga”, per un attimo si é avuta l’impressione di trovarsi in un angolo di Paradiso.(Comunicato da red. cultura prov)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

 

 

Annunci