Città di Piedimonte Matese Gruppo Consiliare “Il Popolo della Libertà” Il Capogruppo: Giovanni Ferrante

Piedimonte Matese(Ce)- Con riferimento alle dichiarazioni del Sindaco Cappello e dell’Ass. Iannitti, apparse sulla stampa quale replica al Gruppo consiliare del PdL in merito alla deliberazione di acquisto del complesso Salesiani approvato dalla maggioranza nello scorso Consiglio comunale, mi corre l’obbligo di chiarire alcune inesattezze e, soprattutto, di rispondere a dichiarazioni esclusivamente polemiche ed ingiuste. Infatti, alla eccezione sollevata riguardo la richiesta del Gruppo consiliare del PdL di rinviare di pochi giorni la deliberazione sull’acquisto del complesso Salesiani, in modo da poter approfondire dovutamente la questione, il Sindaco Cappello e l’Ass. Iannitti hanno dichiarato che il sottoscritto, pur presente alla conferenza dei Capigruppo, non aveva eccepito alcuna eccezione per poi dare forfait nella sede deputata alla discussione.Ancora una volta il Sindaco, ed ora anche l’Ass. Iannitti, dimostrano non solo tutta la loro arroganza e presunzione quanto la sola cosa che a loro interessa davvero: la polemica inutile e sterile. Il sottoscritto ha partecipato alla Conferenza dei Capigruppo, convocata il giorno precedente allo svolgersi del Consiglio comunale, non potendo eccepire nulla perchè non aveva ancora avuto accesso agli atti. Infatti è pessima consuetudine di questa Amministrazione ritardare, volutamente, la disponibilità degli atti prima di ogni Consiglio comunale in modo da rendere sempre più difficile il delicato quanto indispensabile compito dei Consiglieri di minoranza che, di conseguenza, sono impossibilitati nello svolgere le proprie funzioni di controllo. Tutto questo senza rispettare i più elementari diritti democratici! Inoltre dichiarare addirittura che il sottoscritto abbia dato intenzionalmente forfait, non partecipando alla seduta del Consiglio comunale è un’atto di estrema falsità e una assoluta mancanza di rispetto considerato che il Sindaco Cappello, il Capogruppo Pepe e il Presidente Ricca erano stati informati del ricovero che mi avrebbe impedito di partecipare alla seduta. Infine si accusa la minoranza di essere impreparata sugli argomenti di vitale importanza per la Comunità. Ebbene il comportamento scorretto e arrogante di questa maggioranza è l’unico vero atto di scortesia e di mancanza di rispetto non solo delle regole democratiche quanto della Comunità di Piedimonte, atteso che si impedisce alla minoranza di controllare gli atti e le attività amministrative dell’Amministrazione. C’è forse qualcosa che la maggioranza preferisce nascondere? Perchè si impedisce ai Consiglieri del Gruppo del PdL di avere accesso agli atti in un tempo ragionevole e necessario per una corretta e giusta analisi della documentazione? Perchè ci si riduce sempre ad avere la disponibilità della documentazione solo qualche ora prima della convocazione del Consiglio? C’è forse il timore della trasparenza? E perchè? Piedimonte Matese, 19/06/09 Giovanni Ferrante

Pubblicato da red.prov. “Alto Casertano-Matesino & d”