insegna parcoBENVENUTI nel PARCO del MATESE“(foto 1)Riceviamo e pubblichiamo la presente segnalazione  dagli amici ambientalisti dell’ Ass. Sci Club Fondo Matese. Queste immagini di denuncia parlano da sole. Non ci sono parole per esprimere l’indignazione che si prova nel vedere deturpato il nostro patrimonio naturale campo maiuriambientale. IL PARCO del MATESE (foto 2  Campo MAIURI “l’impiccato”. .speriamo che prima o poi decideranno di cambiare nome… possiamo testimoniare che questa situazione perdura da almeno quindici giorni. Ci siamo chiesti perchè, in settimana, i cassonetti di Bocca della selva erano puliti e vuoti e qui siamo stati costretti ogni giorno a subire questo pugno nello stomaco a pochi metri di fronte al Pozzo Aritello) meta di turismo e di tlago mateseante attività sportive nel più totale stato di abbandono, di degrado e di rifiuti. Un appello alle Autorità preposte a scendere in campo e bloccare questo scempio ambientale. Non vogliamo parole ma fatti!!! (foto 3: LAGO MATESE) I colpevoli vengano puniti con pesanti sanzioni. Dove sono  gli addetti alla sorveglianza? E’ mai possibile assistere a queste scene sinonimo di devastazione e di violenza le tre fontanedell’uomo contro la natura dono che (foto 4: Le 3  FONTANE ) va tutelato e salvaguardato come la nostra stessa vita? Il nostro patrimonio ambientale oggetto di degrado: VERGOGNA!!!!

palazzina enelParco del Matese(Ce)- Gentili amici dell’ informazione online (foto 5: PALAZZINA ENEL)  l’accoglienza che hanno avuto le nostre attività invernali sui vostri portali, ci incoraggia a chiedere ancora la vostra collaborazione. La nostra associazione è partner, insieme ad altre associazioni del territorio, del palazzina enel 2progetto “Il Salvaboschi Amare per non Bruciare” istituito dalla Fondazione per il Sud. (foto 6: PALAZZINA ENEL 2) Il nostro impegno si è concretizzato, durante il mese di maggio, nell’accompagnare numerose scolaresche nei nostri boschi e attualmente prevede un’azione di pattugliamento. Questa, unita alla pozzo aritellonostra attività estiva, ci porta a percorrere numerosi sentieri che attraversano le nostre montagne; spesso facciamo (foto 7: Pozzo ARITELLO) da guida a ospiti delle varie strutture di ricettività alberghiera del Parco del Matese per cui, purtroppo, il più delle volte proviamo un notevole disagio nel rilevare cumuli di rifiuti di ogni genere abbandonati da persone poco sensibili ma anche da chi dovrebbe ritirarli. Non è nostra intenzione addossare colpe, criticare chicchessia valle orsara1o promuovere azioni di protesta. Avendo letto, all’indomani della conclusione della manifestazione di parapendio a S.Potito S., le dichiarazioni di uno dei piloti il quale si chiedeva(foto 8: VALLE ORSARA )  come mai gli abitanti del territorio tollerano tanta immondizia abbandonata in posti così belli (dall’alto è ancora più visibile), abbiamo deciso di fotografare e pubblicare, grazie anche alla vs. valle orsara2collaborazione, almeno i punti più visibili e di maggiore percorrenza in modo da sollecitare gli interventi del caso da parte (Foto: VALLE ORSARA 2 proprio all’imbocco del sentiero rifiuti da pulizia di giardini)  di chi ne ha il compito. Vi ringraziamo per la sicura collaborazione e cogliamo l’occasione per invitare anche altre associazioni di escursionismo e tutti colori che percorrono le nostre belle montagne a fare altrettanto. Cordiali saluti. Per lo Sci Club Fondo Matese: Mario L. Capobianco

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”