Baia e Domizia(CE)- (Da reda l’Altra Italia Gaetano Cerrito, (nella foto) Gaetano Cerrito 1presidente dell’Associazione “L’Altra Italia”, con accanto i sindaci di Sessa Aurunca Luciano Di Meo e Cellole, Antonio Lepore, la vicinanza del Quirinale, della Presidenza della Camera, del Prefetto di Caserta, Ezio Monaco e con la sottoscrizione del progetto di deputati e senatori della Repubblica e consiglieri regionali lancia la sfida di Baia Domizia al turismo mondiale. La ridente località del litorale domizio vuole riconquistare quel posto nel turismo di qualità che già gli è appartenuto in passato. L’obiettivo prefissato dall’associazione è quello di creare un luogo di vacanza non più per 2-3 settimane, ma per 360 giorni l’anno. Baia Domizia rappresenta infatti una vera e propria isola felice nel difficile territorio campano, essa può annoverare tra le sue peculiarità non solo chilometri di spiagge attrezzate, ma anche un clima eccezionalmente mite, straordinarie bellezze paesaggistiche, baia domizia 2percorsi storici-culturali, una grande ricchezza eno-gastronomica. A questo proposito è opportuno citare le parole del giornalista subacqueo e scrittore Adriano Madonna che ha voluto salutare in questo modo Cerrito a margine della 6° edizione del premio “L’Altra Italia”: “Su queste spiagge ho avuto un tuffo al cuore nel rivedere le dune, ormai siti biologici protettissimi e rari praticamente ovunque, ma ben visibili, estesi e vivi a Baia Domizia. Ho rivisto, dunque, quasi con commozione, la particolare flora, con il lentisco e l’ormai introvabile giglio di mare. Ho fatto un bagno e l’acqua era stupenda”. I concetti espressi da Madonna sono stati ribaditi da personalità di livello mondiale come il luminare della cardio-chirurgia, professor Lorenzo Mendicanti : “Caro Cerrito, vorrei esprimerle la mia ammirazione per quello che ha fatto e sta facendo per la sua regione. E’ bello vedere uomini battersi per ideali di sviluppo e di civiltà”. Lo scienziato Silvio Garattini è rimasto colpito “dalla gentilezza ed ospitalità della gente” e spera quanto prima di poter tornare a Baia Domizia. Per il direttore della Novartis di Siena, lo scienziato Rino Rappuoli “è stato un piacere scoprire la bellezza di Baia Domizia” e rivolgendosi a Cerrito gli ha scritto: “grazie alla passione di persone come te, sono sicuro che questa terra tornerà a splendere”. Il famoso procuratore sportivo, Antonio Caliendo, autentico guru del calcio italiano ha ringraziato Cerrito per la splendida serata definendo l’iniziativa “molto pregevole”. Per la presbaia domiziaentatrice televisiva Alessandra Canale è stato invece “come tornare bambina, sfiorare la mia fanciullezza”. Ed ha aggiunto “sarebbe bello fare qualcosa per Baia”. L’attrice Eleonora Giorgi, icona del cinema italiano e Paolo Conticini, amatissimo attore di cinema e televisione, coinvolti dallo stesso Cerrito hanno dichiarato: “sarebbe bello girare un film a Baia Domizia per i luoghi suggestivi e molto curati nonché i servizi offerti come il Domizia Palace Hotel”. Fare di Baia la capitale del turismo campano per tutto l’anno non è assolutamente un’ utopia, ma deve essere un progetto da cantierare. Di qui, incalza Cerrito, l’appello forte alla politica, alle istituzioni perché si impegnino in maniera concreta affinchè il progetto parta da subito per un’estate 2010 finalmente diversa all’insegna di un’appetibilità e fruibilità senza più denigrazioni da parte di una certa stampa avvezza a trattarci come figli di un dio minore. Il nostro progetto, conclude Cerrito, programmato per un turismo tutto l’anno porterà al nostro territorio sviluppo, lavoro e occupazione per migliaia e migliaia di lavoratori che meritano attenzione e rispetto. C’è l’intelligenza, la cultura, le capacità per far si che questo si avveri e bisogna che si avveri a qualunque costo.(Articolo a cura della redaz. Ass. L’altra Italia presidente Gaetano Cerrito)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”