“LA REDAZIONE del Portale provinciale dell’ alto casertano matesino, Sannio, Molise, province Campane, Italia, mondo & d : ” ALTO CASERTANO MATESINO & DINTORNI” AUGURA a tutti i lettori, amici, collaboratori e redattori del portale, di trascorrere serenamente un BUON FERRAGOSTO e un buon prosieguo di VACANZE “!!!

Buon Ferragosto! A chi ama dormire ma si sveglia sempre di buon umore, a chi saluta ancora con un bacio, a chi lavora molto e si diverte di più, a chi va in fretta in auto ma non suona ai semafori, a chi arriva in ritardo ma non cerca scuse, a chi spegne il televisore per fare due chiacchiere, a chi è felice il doppio quando fa a metà, a chi si alza presto per aiutare un amico, a chi ha l’entusiasmo di un bambino e pensieri da uomo, a chi vede nero solo quando è buio.Buon ferragosto a chi non aspetta agosto per essere migliore!” (Auguri dal giornalista freelance casertano Giuseppe Sangiovanni)

Leggi articolo correlato: Oggi ricorre la Solennità dell’Assunta in cielo. La storia

OMAGGIO all’ ASSUNTA– (Tratto dalla Divina Commedia, Canto 33° del Paradiso di Dante Alighieri) «Vergine Madre, figlia del tuo figlio, umile e alta più che creatura, termine fisso d’etterno consiglio, tu se’ colei che l’umana natura

5 nobilitasti sì, che ‘l suo fattore non disdegnò di farsi sua fattura. Nel ventre tuo si raccese l’amore, per lo cui caldo ne l’etterna pace così è germinato questo fiore.

10 Qui se’ a noi meridiana face di caritate, e giuso, intra ‘ mortali, se’ di speranza fontana vivace.  Donna, se’ tanto grande e tanto vali, che qual vuol grazia e a te non ricorre

15 sua disianza vuol volar sanz’ali. La tua benignità non pur soccorre a chi domanda, ma molte fiate liberamente al dimandar precorre. In te misericordia, in te pietate,

20 in te magnificenza, in te s’aduna quantunque in creatura è di bontate…”.(Leggi il resto quì)

   CAI organizza:  IV Edizione Traversata Parco del Matese

Piedimonte Matese(Ce) –(Da red. Matese) La sezione CAI di Piedimonte Matese, in collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale del Parco Regionale del Matese – sede di Valle Agricola – Castello del Matese ha organizzato dal 10 al 16 agosto, la quarta edizione della Traversata del Parco Regionale del Matese. I partecipanti sono Partiti il 10 agosto con la prima tappa da Valle Santa a Piana delle Pesche, dove l’Accoglienza è stata offerta dalla Protezione Civile di San Potito Sannitico con Cena e pernotto presso il rifugio. Martedì 11 agosto la comitiva si è spostata da Piana delle Pesche a Calvarusio in territorio di Cusano Mutri, con pernottamento al Villaggio Calvarusio. La Terza tappa, mercoledì 12, ha visto i partecipanti spostarsi da Calvarusio a Bocca della Selva, con Pernotto e cena presso il Rifugio 3 faggi. La Pro Loco di Bocca della Selva ha offerto una Serata teatrale con Brunella Cappiello che ha portato in scena “Come i gerani”. Ieri giovedì 13 agosto si è svolta la quarta tappa da Bocca della Selva a Miralago con pernottamento presso il Welcome Bar + tende con una Serata sul tema speleologico. Oggi venerdi 14 i partecipanti si sposteranno da Miralago a Valle Agricola dove li attende una Serata al forno “Antichi Sapori” con musica popolare. Il giorno di ferragosto il tour si sposterà da Valle Agricola, passando per Letino dove è previsto un pranzo presso l’Agriturismo “Il Chioschetto” sulle rive del Lago e arrivo in serata a Gallo Matese dove è stata organizzata per i partecipanti alla Traversata del Parco Regionale del Matese una proiezione con cine forum presso Urban Node – a cura del CAI Sez. Piedimonte Matese a seguire la Sagra di Ferragosto. La traversata si concluderà domenica 16 agosto con un itinerario da Gallo Matese passando per Fontegreca e arrivo a Capriati al Volturno. Le notti sono state trascorse in tenda o nelle attività ricettive trovate sul percorso: non sono mancate poi le animazioni. Le pro loco e le amministrazioni comunali dei comuni attraversati hanno partecipato attivamente all’iniziativa fornendo animazione serale di vario genere. L’iniziativa, ormai collaudata, essendo arrivata alla sua quarta edizione, ha l’obiettivo di valorizzare le risorse del territorio matesino e permetterà a coloro che vi partecipano di staccare la spia dal caos della vita quotidiana e di vivere a trecentosessanta gradi le bellezze ed i tesori naturali del Parco Regionale del Matese.(Comunicato da redaz. Matese)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”