discarica 1WWF RICHIEDE UN NUOVO FORTE IMPEGNO AI SINDACI PER I CONTROLLI AMBIENTALI.

Aversa(Ce)- (Da Alessandro Gatto Wwf AlessandroAversa) Il WWF è costretto a ritornare ancora a denunciare uno stato di INQUINAMENTO ECCEZIONALE di tutto il territorio dell’agro discarica 2aversano, che va da Villa Literno ad Orta di Atella, includendo anche il territorio di Giugliano e dell’area a nord di Napoli, perchè l’inquinamento non ha confini geografici. (Le foto si riferiscono alla discarica abusica di amianto tra S. Marcellino e Casapesenna) In tutti questi comuni – commenta Alessandro Gatto, referente del settore rifiuti ed inquinamento del WWF Campania – si pratica smaltimento abusivo di rifiuti solidi urbani ordinari e rifiuti speciali e pericolosi, molto spesso attraverso incenerimento degli stessi in aperta campagna. Ultima zona di nuovo inquinata anche da tantissime lastre in eternit (il pericolosissimo e cancerogeno amianto) è a confine tra i comuni di S. Marcellino e Casapesenna(nelle foto) . Ma questo è solo un esempio, perchè queste discariche abusive sono tantissime e sparse un po’ ovunque nelle periferie e nelle campagne dell’agro aversano. Anche se i comuni di tanto in tanto provano a bonificare o a chiedere la bonifica dei siti inquinati, a causa di mancanza di controllo capillare del territorio, le microdiscariche abusive si riformano dopo poco tempo. Si chiede fortemente – dichiara Francesco Autiero, Presidente del WWF Agro aversano-Napoli nord e Litorale Domizio – un impegno politico concreto e tangibile di tutti i Sindaci dei comuni dell’agro aversano affinchè si proceda sull’implementazione dei controlli ambientali da parte delle forze dell’ordine e di pubblica sicurezza: PERCHE’ STIAMO PARLANDO PROPRIO DI PUBBLICA SICUREZZA! Non dimentichiamo mai che la salvaguardia dell’ambiente significa salvaguardia della salute pubblica.(Comunicato inviato da Francesco Autiero Wwf Agro-Aversano)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Pubblicità