Castelvenere(Bn)- (di Pasquale Di Cosmo) L’evento propone l’abbinamento principale che la storia della musica e quella della gastronomia, l’eterno connubio tra Bacco e le sette note. Il vino, infatti, ha molte analogie con la musica: è un segno d’artista; racconta storie; è capace di consolare, unire, rallegrare; migliora gli umori e accende la fantasia; porta in superficie un mondo segreto, spesso intimo. Particolare spazio sarà dato ad un illustre personaggio di Castelvenere, Don Giovanni Salvatore, musicista del Seicento che ebbe grande fama nel ricco panorama culturale della Napoli Barocca e che insieme a Francesco Provenzale ha fondato le scuole musicali che si sono poi fuse dando vita al Conservatorio di Musica di San Pietro a Majella. Grande attesa per la spettacolare Performance Teatrale di Cazacu’s e le Fontane Danzanti con il Fuoco Il via alle ore 18.30 con il Convegno su “Don Giovanni Salvatore” a seguire, alle ore 19.30 “Degustazioni in musica” tra le botti e all’interno degli ampi corridoi delle cantine tufacee degustazioni di vini e prodotti tipici con sottofondo musicale. Infine alle ore 21.30 Performance Teatrale CAZACU’S e le Fontane Danzanti con il Fuoco. L’insieme di eventi raggruppati nel Calendario denominato “La notte Incantata: percorsi nel mondo delle fiabe”, rientrano tra quelli previsti dal programma generale del progetto Emozioni di luce: un Natale nel barocco sannita, redatto dall’Associazione dei Comuni del Titerno, CNA Benevento, cofinanziato dagli stessi soggetti e dalla regione Campania. (Comunicato dall’ addetto stampa Pasquale Di Cosmo)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”