● Domenica 31 gennaio 2010 : Concerto a Pignataro Maggiore (Caserta) Trio Renato Nacca, flauto Piero Pellecchia, clarinetto Rossella Vendemia, pianoforte Voce Narrante: Antonella Magliocca Voce Recitante: Katia Mercone  in: LE NOTE DELLA MEMORIA: IL CANTO “SPEZZATO” DELLA SHOAH Lettura ed esecuzione di testi e canti composti da prigionieri e deportati nei lager organizzato dall’Associazione “Amici della Musica “(www.pignataromusica.it) in occasione della celebrazione del “GIORNO DELLA MEMORIA” Sala Concerti Palazzo Vescovile ore 19.00

Pignataro Maggiore (CE)-  La Repubblica Italiana riconosce il giorno 27 Gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte. L’Associazione Culturale “Amici della Musica” presenterà, domenica 31 gennaio 2010, alle ore 19.00, nella Sala Concerti, presso il Palazzo Vescovile di Pignataro Maggiore, lo spettacolo LE NOTE DELLA MEMORIA: IL CANTO “SPEZZATO” DELLA SHOAH, incentrato sulla lettura ed esecuzione di testi e canti composti da prigionieri e deportati nei lager. La parte musicale sarà eseguita da Renato Nacca al flauto, Piero Pellecchia al clarinetto e Rossella Vendemia al pianoforte. La voce narrante sarà di Antonella Magliocca e la voce recitante sarà invece affidata a Katia Mercone. Il lavoro poetico- musicale, intitolato “Le note della Memoria: il canto ‘spezzato’ della Shoah”, è il frutto di un lunga ricerca, effettuata dalla Prof.ssa Rossella Vendemia attraverso varie fonti musicali e letterarie, raccogliendo alcuni tra i numerosissimi canti che furono composti dai deportati, eseguiti all’interno dei campi di concentramento. La musica e il canto diventano così testimonianza forte ed intensa degli eventi, testimonianza storica, capacità di ‘raccontare’, memoria viva e tangibile; il canto ‘spezzato’, offeso, ferito, ma il canto che sa parlare con vigore,con dignità alle nostre coscienze, il canto ‘spezzato’ che ci invita a non dimenticare. (Comunicato a cura della prof.ssa Rossella Vendemia)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Annunci