Alife(Ce)- Il gruppo consiliare “Leali per Alife”, sollecitato dall’associazione “AltraCultura” ha fatto richiesta di consiglio comunale protocollando una proposta di delibera con oggetto: “RICONOSCIMENTO DELL’ACQUA COME BENE COMUNE E DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO COME SERVIZIO PRIVO DI RILEVANZA ECONOMICA”. La proposta, come lo stesso statuto comunale prevede, è stata accolta dall’amministrazione e Venerdì 26 febbraio alle ore 18.30 si discuterà in consiglio comunale. Noi consiglieri comunali Alfonso Santagata (nella foto) , Emilio Del Giudice, Luigi Isabella e Giuseppe Santagata con questo gesto riteniamo infatti sia doverosa la necessità di una svolta radicale rispetto alle politiche liberiste che hanno fatto dell’acqua una merce e del mercato il punto di riferimento per la sua gestione, provocando dappertutto degrado e spreco della risorsa, precarizzazione del lavoro, peggioramento della qualità del servizio, aumento delle tariffe, riduzione degli investimenti, diseconomicità della gestione, espropriazione dei saperi collettivi, mancanza di trasparenza e di democrazia. I consiglieri comunali si affiancheranno con la loro battaglia a quelle che già sono in essere all’interno del Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua. Speriamo con questa proposta di sintetizzare un pensiero diffuso e comune e cioè la consapevolezza delle popolazioni riguardo alla necessità di non mercificare il bene comune acqua. L’importanza di essere amministratori e di esplicare il nostro mandato nei confronti di tutti i cittadini ci pone in condizione di apportare quanti più miglioramenti sociali alla nostra vita sperando di poter creare le basi per vivere meglio noi e per far vivere meglio anche coloro che verranno. La cittadinanza tutta è invitata a partecipare il giorno Venerdì 26 febbraio alle ore 18.30 al consiglio comunale. I consiglieri comunali Alfonso Santagata, Emilio Del Giudice, Luigi Isabella, Giuseppe Santagata. (Inviato dal consigliere Giuseppe Santagata)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”