Pnlam – (di Michele Visco) Il parco e il comune di Scanno sono diventati ormai luogo tradizionale di incontro per i pneumologi italiano che si presentano all’appuntamento del mese di aprile per confrontarsi ancora una volta su studi, ricerche e problematiche varie sul ruolo dei medici pneumologi nella società moderna. Il convegno si è svolto nei giorni scorsi presso l’hotel Miramonti di Scanno e si è sviluppato in varie sessioni. L’ente parco ha collaborato all’organizzazione dell’evento con il proprio prestigioso patrocinio e fornendo materiale illustrativo e divulgativo, per sottolineare così lo stretto rapporto esistente tra la tutela della natura e la salute umana. Il presidente del parco, in occasione dell’evento, ha portato il suo saluto ai presenti ed ha ribadito l’importanza di ospitare nel Pnalm un evento del genere. Il convegno dell’associazione italiana pneumologi ospedalieri, che ha peraltro una attiva sezione operante in Abruzzo e Molise, ha offerto anche l’opportunità al parco di presentare alcune iniziative di conservazione, grazie alle quali verranno assicurati alla collettività, servizi e benefici, anche economici, diretti e indiretti, indotti dalla tutela della biodiversità e dei polmoni verdi, secondo una precisa politica di gestione conservativa delle foreste, tramite la disponibilità e lo stesso coinvolgimento di molti comuni dell’area protetta. Come già accaduto in passato, l’importante evento realizzato grazie all’impegno e alla passione del dottor Salvatore D’Antonio e dei suoi collaboratori, che vede anche la partecipazione di associazioni, di società scientifiche e di organizzazioni onlus, è e può diventare un’ottima occasione di promozione per Scanno e l’ente parco. (articolo a cura del giornalista Michele Visco)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”