Pescasseroli (L’Aq)- (di Michele Visco) Importante e positiva riunione, nei giorni scorsi, tra i vertici del Pnalm e il comune di Civitella Alfedena. Il presidente e il direttore del parco Giuseppe Rossi e Vittorio Ducoli e il sindaco di Civitella Alfedena Flora Viola, coadiuvati dai rispettivi collaboratori, si sono incontrati a Pescasseroli per fare il punto sulla situazione dei rapporti tra i due enti e sulle iniziative da intraprendere in attuazione del Protocollo d’intesa, a suo tempo sottoscritto, per stagione turistica, ma anche per la definizione di alcune iniziative più a lungo termine. Il Pnalm e il comune hanno concordato di organizzare insieme nel corso della prossima estate attività culturali e promozionali, con incontri e conferenze sul parco e sulla natura. Sono previsti anche incontri con la comunità locale e con i turisti ospiti. I due enti collaboreranno nella manutenzione e nella gestione delle aree faunistiche del lupo e della lince e nella gestione del centro visita del parco e dei musei comunali, allo scopo di renderli pienamente fruibili e luoghi di incontro e socializzazione. Si è discusso dell’assetto organizzativo del lago di Barrea e della Camosciara con l’intento di migliorarne la fruizione,assistendo adeguatamente i visitatori e controllando i flussi di accesso specialmente nei periodi di punta. A questo scopo verranno rivisitate le convenzioni specifiche in essere tra il parco, il comune e le cooperative locali. Con spirito di piena condivisione delle problematiche gestionali e della tutela delle specie e vegetali del parco, con riguardo particolare al camoscio e alle foreste, valutando le situazioni della riserva integrale della Camosciara e della Val di Rose e relativo numero chiuso estivo. Nell’area di accesso della Camosciara in locali messi a disposizione dal comune, verrà allestito un punto di sorveglianza fisso con la presenza di guardie del parco e agenti del Cta e del CFS, mentre alcune attività di educazione ambientale, dirette a ridurre la congestione dell’area, verranno realizzate presso il casone “Antonucci”, nell’ambito dei programmi di volontariato che il parco propone correntemente. (articolo a cura del giornalista Michele Visco)
Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”