Pnalm: collaborazione intensa tra l’ente parco e Panda Avventure. Iniziative mirate allo sviluppo del parco. Interessato anche il versante molisano.

Mainarde-(di Michele Visco) Nell’ormai prossima estate saranno ancora e nuovamente potenziate le attività turistiche ed educative che Panda Avventure svolge in collaborazione con l’ente parco, nel territorio dell’area protetta. Nei giorni scorsi sono state aperte le iscrizioni ai “Campi avventura” e “Vacanze Natura” che aderiscono alla carta di qualità del turismo responsabile del WWF Italia. Ogni anno più di 5mila tra bambini e ragazzi partecipano a questi programmi in giro per l’Italia e l’Europa e il parco è da sempre tra le mete preferite. Per l’estate 2010 sono state confermate le località di Pescasseroli e Villavalleonga, mentre verrà ancora ripetuta la positiva esperienza dell’anno passato nel versante molisano, nelle suggestive Mainarde, dove i ragazzi potranno vivere alcuni giorni immersi nella natura, soggiornando presso il rifugio del Falco in località “Le Forme” di Pizzone. Ma quest’anno c’è anche una grossa novità che riguarda i maggiorenni. I gruppi così formati verranno ospitati presso la Foresteria di Val Fondillo, centro e cuore naturale dell’area protetta ai piedi del caratteristico paese di Opi, tra la Camosciara e il Monte Marsicano. Il programma dei campi di aventura prevede un coinvolgimento in prima persona dei partecipanti all’attività di ricerca sull’orso marsicano, assistiti dai naturalisti della Panda Avventure e del personale dell’ente dei servizi veterinario, educazione e volontariato. In particolare, i partecipanti impareranno ad individuare con adeguati mezzi di localizzazione, le tracce e i segni di presenza dell’orso e a catalogarli in modo adeguato ai fini anche della ricerca genetica. Il coinvolgimento diretto e cocreto di giovani e ragazzi è senza dubbio il metdo migliore per la comrpensione dei diversi aspetti della ricerca scientifica, ma anche della complessità della biodiversità all’interno di un’area protetta e dell’importanza della sua protezione e conservazione. Tutti i programmi sono consultabili sul sito web www.campiavventura.com dove è possibile anche effettuare la prenotazione. (Articolo a cura del giornalista Michele Visco)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”